Campionato Regionale invernale: primi verdetti.

12 gennaio 2011

Nella zona Est, timidi fiocchi di neve a singhiozzo hanno fatto capolino tra i 218 tiratori che hanno dato vita alla prima giornata del Campionato regionale lombardo al Concaverde il giorno dell’Epifania e acqua a catinelle nel corso della secondo appuntamento di domenica scorsa a Mattarona, con già i alcuni significativi segnali a fugare le non poche incognite della vigilia.

Solo pioggia invece per la zona Ovest con temperature rigide all’Epifania a Uboldo, che hanno concesso una tregua parziale in occasione della seconda prova di Arluno.

Ecco dunque che la corsa ai titoli regionali e alla qualificazione per i Campionati italiani di Fossa Olimpica ci propone fin da subito sfide accattivanti, sopratutto tra le Società e le loro squadre. Iniziamo dalla zona Est con la “sparata” iniziale sulla distanza dei 50 piattelli da parte dei Campioni italiani di 4^ categoria del Tav Valle Duppo di Lodrino, con la compagine del Concaverde incollata comunque alle loro spalle, e prima giornata non brillante per altri Campioni tricolore invernali del Poggio dei Castagni di Vobarno.

Questi ultimi hanno però reagito a questo calo di zuccheri, recuperando non poche posizioni in gara 2, fino a portarsi in terza posizione. A lasciarsi sfuggire qualche piattello di troppo sono stati invece i portacolori di Valle Duppo, mentre il Concaverde si è portato al comando seguito dai mantovani del Tav Mattarona.

Questo in sintesi quanto accaduto nella giornata di avvio per la zona Est della Lombardia tra le società mentre, nella corsa ai titoli individuali, già spuntano i candidati eccellenti per le varie categorie.

Tra i Terza, decisamente la quella più affollata, a proporsi quali apripista troviamo Maurizio Ambroggi, Andrea Zanoni, Armando Bussandri, Ernesto Ferrari e Maurizio Moioli mentre tra i Seconda, a guidare il plotone è Giuseppe Bresciani, seguito come un’ombra da un Ernesto Berneri in gran spolvero.

Tra i big dell’Eccellenza, Cristian Filippi, Adriano Lamera e Michele Marchesi hanno preso l’abbrivio con Maunel Corbellini che, stranamente, viste le sue potenzialità, stenta a carburare.

Prima categoria all’insegna della coppia griffata Concaverde formata da Roberto Armani e Luciano Minelli con il compagno di colori Andrea Miotto già in corsa per ricucire il gap dopo un’ottima seconda prova. Da tenere d’occhio anche Dario Premoli, Renato Ferrari e Bruno Sabattoli che scalpitano alle loro spalle.

Per quanto concerne i Seconda categoria, a staccare tutti sono Giuseppe Bresciani, Ernesto Berneri, Bortolo Bettini e Lorenzo Dalle Carbonare cosi come tra le Lady, vanno prendendo il largo le iridate Marina Moioli e Bianca Ravello.

Passiamo adesso alla zona Ovest, con entrambe le giornate alquanto bagnate dove, tra le società, la corazzata del Tav Belvedere di Uboldo, tra le candidate di prima fascia al successo finale, ha fin da subito cercato di dettare la legge del più forte. A iniziare dalla prima prova, con al via 147 tiratori che, uniti a quelli fatti registrare a Lonato, sono il segnale di un seppur leggero incremento rispetto alla passata stagione agonistica e quindi di buon auspicio per il proseguio di questo Campionato regionale assai accattivante.

Detto del Tav Belvedere, non possiamo certo trascurare le performances di altri sodalizi come il Tav Arlunese, il Tav Mesero e il Tav Fagnano Valle Olona, per nulla intenzionati a far da comparse. Anzi, il loro attacco alla corazzata Belvedere è già iniziata con ottimi risultati.

Anche in questo caso, uno sguardo adesso più approfondito per quanto concerne i tiratori in corsa per i titoli individuali di categoria.

Eccellenza e Prima a far da apripista troviamo un ritrovato Santo Napoli già ai piani alti, posizione che condivide con Antonio Scarfò, Marco Zani e Paolo Donato. Un occhio di riguardo, inoltre, per Ismaele Mariani, che sa bene di avere tutte le carte in regola per salire sul gradino più alto del podio regionale e non solo.

A Tonino Di Francesco la momentanea leaderschip tra i Seconda, anche se costantemente in bilico visti i risicati margini di vantaggio su Alberto De Pietri, Mario Savinio e Francesco Nigro. Altri tiratori in grado di poter sovvertire questi parziali, sono: Adolfo Conoci, Valter Piran, Roberto Casale, Armando Zinetti, Francesco Giardino e Giuseppe Lombardo.

Michele Misenti e Francesco Borsotti tengono banco tra i Terza, seppure non potranno certo dormire sonni tranquilli viste le avances di alcuni tiratori del calibro di Armando Rovera, Fabiano Bigotto, Rodolfo Volonghi, Felice Pozzi, Roberto Crippa, Flavio Moroni e Marco Viganò, giusto per citarne alcuni.

A fare la voce grossa tra i Master è invece Giuseppe Faini con i soli Marco Vaccari e Sergio Farè a poter fare da contraltare mentre nei Veterani, a dominare la scena è senza ombra di dubbio Alberto De Pietri.

Per lui, concrete insidie potrebbero arrivare solo da Giulio Maino, Cosimo Spanò e da Renzo Mantoan. Tutti gli altri rimangono, al momento, in lista di attesa.

Spazio adesso alle Lady con la varesina Daniela Mazzocchi già in fuga. La Campionessa italiana Juniores 2010 sa bene di dove fare i conti con un’altra grande protagonista del tiro a volo nazionale come Cristina Bocca per cui ha fatto suo l’adagio :” Chi ben inizia è a metà dell’opera”.

Ma questo è solo l’antipasto con i primi piatti, i secondi e i contorni che già si profilano come assai piccanti. Il tutto in attesa del dolce, ovvero la finale di domenica 27 febbraio al Concaverde, questa volta con nel mirino i 75 piattelli determinanti

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017