Adriana Rubini campionessa Italiana del Settore Giovanile di Fossa Olimpica (calibro 20)

30 luglio 2018

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Si tinge di rosa la sfida per il tricolore del Settore Giovanile. Ancora un titolo italiano per la Lombardia, questa volta colto sulle pedane bolognesi del Tav Crevalcore, dove domenica scorsa si sono disputati i campionati di Fossa Olimpica (calibro 20), grazie alla performance di Adriana Rubini nel Settore Giovanile.
Adriana Rubini, portacolori del centro bergamasco Tav Cieli Aperti di Cologno al Serio, ha visto concretizzarsi questo successo pieno al termine della terza e penultima serie di 25 lanci ciascuno, con un 22/25 fatto registrare proprio quando i suoi più irriducibili antagonisti, il bolognese Matteo Belloi e il modenese Federico Vicenzi, hanno avuto per contro un calo di concentrazione.
Adriana, invece, ha ulteriormente incrementato e messo così il sigillo sulla gara con un 21/25 nella serie conclusiva, lasciando a Belloi e Vicenzi l’incombenza di continuare con lo shoot – off ad eliminazione al primo zero, il compito di spartirsi le restanti posizioni del podio.
I due, infatti, hanno chiuso i tempi regolamentari i perfetta parità (76/100) con il bel recupero in extremis di Vicenzi che poi, però, si è fermato al 14.mo piattello dei supplementari lasciando l’argento a Belloi, che di piattelli ne ha frantumati 16.
Oltre a questo oro, i tiratori lombardi sono saliti anche sul podio dei Prima categoria, delle Lady e dei Master totalizzando 2 argenti e 1 medagli di bronzo.
A far parlare di se, tra i Prima categoria, è ancora il bresciano di Provaglio di Iseo del Trap Pezzaioli di Montichiari Renato Ferrari, che si è messo al collo un argento “pesante” dopo i “supplementari” contro il perugino Giovanni Pierpaoli.
Chiusa gara 1 in parità (91/100), con da dimenticare un 20/25 nella prima serie di giornata che ha contribuito non poco a cambiare il colore della medaglia, Ferrari è comunque riuscito a segnare un +2 d’argento, contro il +1 che, per Pierpaoli, vale comunque un non certo disprezzabile terzo gradino del del podio.
L’altro argento, porta la firma della Lady Silvia Lamera, ideatrice dell’associazione sportiva “Le Rose Rosse” e figlia del patron del Tav Cieli Aperti, nonchè già primatista mondiale di tiro a volo dinamico.
A tenergli testa, conquistando così il titolo tricolore, solo la ravennate Monia Minghetti, che ha sopravanzato Silvia Lamera, colpevole di aver gettato alle ortiche uno scudetto tricolore, già per tre quarti cucito addosso, per un nefasto 17/25 fatto registrare nella penultima serie.
A mettere il sigillo sul bronzo dei Master, è stato invece il portacolori di Meda del Trap Pezzaioli di Montichiari Almerino Carraretto, tiratore che si difende molto bene nella specialità del Duble Trap, come dimostrano alcuni suoi recenti risultati come il successo di categoria nel campionato regionale lombardo e il titolo di vice campione italiano dei primi di luglio a Ponso.

Classifiche
Settore Giovanile: 1) Adriana Rubini 81/100; 2) Matteo Belloi 76+16; 3) Federico Vicenzi 76+14.
Prima categoria: 1) Antonio Deluca 93/100; 2) Renato Ferrari 91+3; 3) Giovanni Pierpaoli 91+1.
Lady: 1) Monia Minghetti 79/100; 2) Silvia Lamera 78; 3) Paola Tattini 74.
Master: 1) Graziano Giannerini 86/100; 2) Spartaco Baldini 81; 3) Almerino Carraretto 76.
Eccellenza: 1) Marcello Tittarelli 94/100; 2) Manuele Volterrani 92; 3) Ivan Rossi 91.
Seconda categoria: 1) Fabio Sangiorgi 90/100+22; 2) Michele Fila 90+17; 3) Gianluca Casamassima 90+11.

Terza categoria: 1) Amilcare Bertoldi 89/100; 2) Gian Franco Capello 85; 3) Mattia Bertocco 83.
Veterani: 1) Giancarlo Viligiardi 87/100; 2) Salvatore Valentini 86; 3) Giorgio Borrione 84.

CALENDARIO GARE 2018


aggiornato 04/01/2018

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

27/07/2018