Poker del Tav Pezzaioli nel regionale di Fossa Universale. Titoli individuali per Ferri, Armani, R. Ferrari, Costantino, Menoni, Sozzani, Ripa e Saleri.

10 luglio 2018

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Sbancare il banco, per la “corazzata” bresciana del Tav Pezzaioli di Montichiari, non è un azzardo, visto che sta diventando quasi una tradizione.
Per la quarta volta consecutiva, infatti, tutti gli uomini del presidente Luigi Beatini, hanno dato prova di essere un collettivo compatto vincendo per la quarta volta consecutiva il campionato regionale lombardo di Fossa Universale.
Sulle pedane del centro Il Campanile di Mesero, infatti, domenica scorsa si è conclusa, dopo 3 tappe, la corsa per gli scudetti regionali e i “pass” per la finale nazionale del 9 settembre al Tav Umbriaverde a Massa Martana (PG) degli specialisti della Fossa Universale, con la compagine del Tav Pezzaioli sul gradino più alto del podio.
A dividersi le restanti posizioni sul podio, sono stati, nell’ordine, i componenti la squadra delle “frecce verde – oro” del Trap Concaverde, sodalizio di Lonato del Garda presieduto da Ivan Carella, e gli alfieri pavesi di Trovo dell’Eurotrap, capitanati da Lucia Vai.
In palio, anche i titoli individuali dall’Eccellenza Mauro Ferri, dal Prima categoria Roberto Armani, dal Seconda categoria e fresco campione italiano Renato Ferrari e dal Terza categoria Antonio Costantino.
Nel comparto delle qualifiche, gli allori regionali lombardi sono stati conquistai dal Veterano neo campione europeo Palmiro Menoni, dal Senior iridato Franco Sozzani, dalla Lady Laura Ripa e dallo Junior Giacomo Mario Saleri per quanto concerne il Settore Giovanile.
Tutte le 3 gare in programma, che oltre alla sede finale del Tav Il Campanile di Mesero hanno interessato i centri del Tav Bergamo e quello mantovano del Tav Mattarona, si sono disputate sulle distanza dei 50 piattelli ciascuna, con la possibilità, per i tiratori, di scartare la prova meno performante.
Minimi scarti, se non addirittura spareggi con eliminazione diretta al primo zero, come da copione hanno caratterizzato questa avvincente e partecipato appuntamento con la Fossa Universale che, nella nostra regione, va registrando un numero sempre crescente di tiratori lombardi, con risultati decisamente alti anche sotto il profilo tecnico, sia a livello nazionale che internazionale.
Tra le gare più coinvolgenti e “tirate”, quelle dei Seconda e Terza categoria dove, il coordinatore e responsabile regionale del settore, il giudice nazionale Pierluigi Bestetti, con a fianco nell’occasione il commissario arbitri regionale e formatore dei giudici di gara Santo Falanga, hanno fatto gli straordinari, unitamente ai sempre più professionali direttori di tiro lombardi, per definire i relativi podi.
Oro e argento in bilico, con la perfetta parità dopo lo scorporo della prova peggiore in entrambi i casi con a seguire, quindi, gli shoot-off a iniziare dai Seconda categoria.
Determinate si è rivelato il colpo di reni nel rush finale di Renato Ferrari, con un immacolato 50/50 nella terza prova, che lo ha portato a condividere la prima posizione con il compagno di colori del Trap Pezzaioli Walter Cattaneo dopo i tempi regolamentari (97/100) e un +1 nella “lotteria dei rigori” che vale oro, a fare la differenza con al terzo posto l’ex azzurro del “Double” Claudio Franzoni, a completare un podio tutto tutto griffato Pezzaioli.
La musica non cambia anche per quanto riguarda i Terza categoria, dove a lottare per lo scudetto regionale ai supplementari dopo il 90/90 di entrambi, sono stati Antonio Costantino (Trap Concaverde) e Ivano Mor (Tav Pezzaioli), con il portacolori del Tav Bergamo Pasquale Savoldi già accomodato sul terzo gradino del podio.
A mettere definitivamente il sigillo sull’oro con un +2 è stato Antonio Costantino, contro il +1 di Mor che vale comunque un argento di notevole pregio e valore, e quindi da non disprezzare di certo.
Nei Terza categoria, invece, lo spareggio per il secondo e terzo posto, dopo lo scudetto regionale già bello e che cucito addosso affianco a quello continentale del rappresentante del Trap Pezzaioli Palmiro Menoni ha premiato, con un +1 a mani basse e quindi senza colpo ferire, l’esponente di spicco del Tav Eurotrap Renzo Mantoan, lasciando all’assente Giuseppe Bresciani del Trap Concaverde, un pallido bronzo.
Anche tra i Prima categoria, che hanno visto trionfare il coach e tiratore in campo delle “frecce Verde-Oro” del Tra Concaverde Roberto Armani, giusto per non farsi mancare nulla, ecco ancora aleggiarsi lo spauracchio dello spareggio.
Questa volta, con anche l’argento già assicurato per Sergio Dragoni (Trap Concaverde), a duellare ai supplementari sono stati i pretendenti al bronzo Mirko Tumiatti del Tav Milano Trap e Gianluca Cabrioli, che difende i colori del Tav Eurotrap, con il + 2 finale per Tumiatti a porre fine alla contesa.

Classifiche
Società: 1) Trap Pezzaioli 565/600; 2) Trap Concaverde 552; 3) Tav Eurotrap 537.
Eccellenza: 1) Mauro Ferri (Belvedere – Uboldo) 95/100; 2) Vittorio Taiola (Concaverde) 93; 3) Francesco Galvagni (Pezzaioli) 90.
Prima categoria: 1) Roberto Armani (Concaverde) 95/100; 2) Sergio Dragoni 93; 3) Mirko Tumiatti 92+2.
Seconda categoria: 1) Renato Ferrari (Pezzaioli) 97/100+1; 2) Walter Cattaneo (Pezzaioli) 97/100+0; 3) Claudio Franzoni (Pezzaioli) 93. Terza categoria: Antonio Costantino (Concaverde) 90/100+2; 2) Ivano Mor (Pezzaioli) 90+1; 3) Pasquale Savoldi (Tav Bergamo) 90+0.
Veterani: Palmiro Menoni (Pezzaioli) 89/100; 2) Renzo Mantoan (Eurotrap) 87+1; 3) Giuseppe Bresciani (Concaverde) 87.
Senior: Franco Sozzani (Eurotrap) 97/100; 2) Graziano Borlini (Pezzaioli) 96; 3) Alberto Chiampan (Concaverde) 89.
Lady: 1) Laura Ripa (Belvedere-Uboldo); 2) Rachele Amighetti (Concaverde) 73.
Settore Giovanile: 1) Giacomo Mario Saleri (Top Ten) 90/100.

CALENDARIO GARE 2018


aggiornato 04/01/2018

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

25/09/2018