A Uboldo e a Battuda, in 212 per la seconda prova del regionale di Seconda, Terza, Veterani e Master di Fossa Olimpica

28 maggio 2018

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Aspettando la finale a ranghi compatti, in calendario per il primo luglio al Concaverde di Lonato del Garda, dove oltre agli scudetti lombardi si assegneranno anche i pass per le finali tricolore, domenica 27 maggio i tiratori di Seconda, Terza, Veterani e Master, si sono ritrovati in 212 sulle pedane varesine di Uboldo e su quelle pavesi di Battuda del Tav Accademia Lombarda.
Al Tav Belvedere di Uboldo, a misurarsi sulla distanza dei 100 piattelli, più la finale per i primi 6 classificati di ciascuna categoria e qualifica sui 25 lanci, sono stati i Terza categoria e i Master per un totale, tondo tondo, di 100 tiratori, mentre gli altri 112, ovvero i Seconda categoria e i Veterani, si sono confrontati a Battuda.
In entrambe i casi, i tiratori hanno dato sfoggio di tutto il loro agonismo, facendo peraltro registrare punteggi a dir poco interessanti, come il 96/100 dei tempi regolamentari del Seconda categoria Daniele Gandini, che giocava in casa, risultato al termine il miglior score in assoluto di entrambe le kermesse.
Rimaniamo sui campi del Tav Accademia Lombarda, dove, sempre tra i Seconda, registriamo i 95/100 di Fabio Mori (Tav Mattarona) e dell’altro tiratore di casa Mauro Mazzocchi.
Ad approdare alla finale, sono stati, oltre a Gandini, Mori e Mazzocchi, sono stati Federico Checchi (Tav Cieli Aperti), Marco Viscardi e Roberto Frasisti, entrambi affiliati al Tav Belvedere di Uboldo.
Sempre a Battuda, migliore dei Veterani è risultato l’esponente del Tav Bergamo Mario Ferrari con 93/100 che ha regolato anche in finale i suoi parigrado con lo score di 115/125.
Con lui in finale, Valter Coffetti (Bergamo Trap Team), Francesco Giardino (Accademia Lombarda), Ezio Gelpi (Bergamo Trap Team), Angelo Idone (Uboldo) e Marco Del Picco del Tav Il Campanile di Mesero.
Passiamo a Uboldo, dove la palma del migliore di giornata è stato il Master di lusso Marco Vaccari con 94/100 mentre a brillare di luce propria tra i Terza categoria, decisamente la più affollata che, ci regala costantemente gare spettacolari strappa applausi, è stato il giovane alfiere dei Top Ten Giacomo Mario Saleri che ha chiuso gara uno con il punteggio di 93/100 fino a raggiungere il gradino più alto di giornata con lo score definitivo di114/125+4.
Quel +4, ci fa subito capire come non sia stato per nulla semplice per lui archiviare questa pratica, incalzato come è stato nella serie di finale da un brillantissimo Salvatore Vinci (Tav Belvedere-Uboldo) che, con un 23/25 dopo il 91/100 dei regolamentari, lo ha raggiunto e costretto a battersi ai “rigori” con eliminazione al primo zero.
Con queste premesse, la finalissima del basso Garda, con in palio anche i passe per le varie finali tricolore, si profila fin d’ora a dir poco pepata e incerta fino alle ultimissime battute, ciò visti anche i risicati margini che separano i vari tiratori nelle classifiche stilate a “penalità” con in più la possibilità di poter scartare la prova meno proficua.
Classifiche
Seconda categoria: 1) Daniele Gandini 96/100 + 22/25; 2) Fabio Mori 95+22; 3) Marco Viscardi 94+22+1.
Terza categoria: 1) Giacomo Mario Saleri 93/100+21/25+4; 2) Salvatore Vinci 91+23+3; 3) Claudio Bosatti 90+1+22.
Veterani: 1) Mario Ferrari 93/100+22+1; 2) Valter Coffetti 114+1+23+1; 3) Francesco Giardino 94+20.
Master: 1) Marco Vaccari 94/100+23/25; 2) Mario Pillinini 91+24; 3) Antonio Zema 93+21.

CALENDARIO GARE 2018


aggiornato 04/01/2018

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

25/09/2018