Prima prova del regionale di Fossa Universale ed è subito bagarre. Pezzaioli, Belvedere, Concaverde e Eurotrap tentano l’allungo.

15 gennaio 2018

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Un campionato regionale invernale, questo di Fossa Universale che ha mosso i primi passi domenica scorsa dalle pedane varesine del Tav Belvedere di Uboldo, dove partire con il turbo innestato rimane una priorità.
Un circuito breve, vedremo infatti gli appassionati della specialità misurarsi in 3 occasioni, con a disposizione 75 lanci per ciascun appuntamento, con peraltro la possibilità di scartare una prova.
Discorso, questo, che non vale per la corsa al titolo delle società, ed ecco dunque emergere prepotentemente la lotta a denti stretti fin da subito tra tutti i sodalizi dati per papabili fin dalla vigilia.
A dare il primo scossone, ci hanno pensato i campioni in carica delle “furie bianco rosse” bresciane del Trap Pezzaioli di Montichiari con un blitz che, seppure non ha preso alla sprovvista gli altri sodalizi, ha comunque lasciato il segno alzando fin da subito l’asticella.
Trascinati dal Veterano Graziano Borlini, anche lui campione regionale uscente e dall’Eccellenza Francesco Galvagni, il sestetto del presidente Luigi Beatini si è portato a quota 420/450, guadagnando un significativo margine di vantaggio dai loro più immediati inseguitori.
Argento provvisorio ex aequo per i padroni di casa del Tav Belvedere, sodalizio presieduto da Danilo De Marchi e delle “Frecce Verde-Oro” Trap Concaverde, capitanate dal coach e tiratore Roberto Armani, entrambe con 406/450 piattelli distrutti all’attivo,
Un battito di ciglia ed ecco, in quarta posizione, farsi sotto i pavesi del Tav Eurotrap del presidente Lucia Vai, che non nascondono certo ambizioni di successo con il loro 405/450 che si commenta da se.
Del tutto analogo il discorso per la corsa agli scudetti lombardi individuali, con tutte le categorie e le qualifiche del tiro a volo rappresentate, dove la lotta è, se possibile, ancor più aspra.
Detto di Graziano Borlini, punteggio più alto di giornata con 72/75 e Francesco Galvagni (71/75), a mettersi in luce in questa gara di apertura troviamo anche i Prima categoria Alessandro Bissolotti e Roberto Armani, oltre alla Lady di ferro Daniela Mazzocchi, lanciata fin da subito verso la riconferma al vertice dopo il successo pieno nella passata stagione e il Seconda categoria Giorgio Maestri, tutti a quota 71/75.
Da sottolineare, inoltre, la professionalità messa in campo dallo staff tecnico del Tav Belvedere,  responsabile regionale della specialità Pierluigi Bestetti, giudice nazionale che ha coordinato al meglio l’intera kermesse.
Il prossimo appuntamento con il campionato invernale di Fossa Universale è sulle pedane pavesi di Battuda dell’Accademia Lombarda domenica 28 gennaio per poi passare alla terza e decisiva prova di domenica 4 febbraio, questa volta nella “bomboniera” lonatese del basso Garda del Trap Concaverde, dove conosceremo i nomi dei neo campioni regionali invernali della specialità.

Classifiche individuali
Ecc./Prima cat: 1) Francesco Galvagni 71/5; 2) Alessandro Bissolotti 71; 3) Roberto Armani 71.
Seconda cat.: 1) Giorgio Maestri 71/75; 2) Daniel Bolis 70; 3) Giorgio Fabrizio Giovanardi, Alessandro De Pietri, Claudi Franzoni 69.
Terza cat.: 1) Manuel Faletti 68/75; 2) Mattia Imberti 68; 3) Gennaro D’Antuono, Ivano Mor 67.
Veterani: 1) Graziano Borlini 72; 2) Franco Sozzani 70; 3) Paolo Donato 68.
Master: Palmiro Menoni 69/75; 2) Marco Vaccari 69; 3) Angelo Belotti e Gildo Grondona 68.
Lady: 1) Daniela Mazzocchi 71/75; 2) Rachele Amighetti 65; 3) Sabrina Panzeri 62.
Settore Giovanile: 1) Lorenzo Ferrari 70/75; 2) Luca Rizzetto 67; 3) Flavio Pezzotti 67.
Para Trap: 1) Fernando Bulgheroni 64/75; 2) Angelo Felice Pozzi 62.

Società: 1) Trap Pezzaioli 420/450; 2) Belvedere-Uboldo 406; 3) Trap Concaverde 406.

CALENDARIO GARE 2018


aggiornato 04/01/2018

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

27/07/2018