Campionato invernale Fossa Olimpica al giro di boa

2 giugno 2011

Campionato Regionale Invernale  al giro di boa.
Concaverde e Belvedere al comando.

Un Campionato regionale invernale davvero accattivante, questo del 2011 che, e siamo metà dell’opera, può già definirsi un successo, sia in termini numerici, con una sensibile crescita,  che qualitativi.

La corsa verso i titoli regionali e le qualificazioni per il tricolore, settimana dopo settimana, ci riserva infatti pregevoli spunti agonistici su cui dibattere tra conferme e picchi d’eccellenza. Il tutto non senza qualche defaillance, anche da chi meno te lo aspetti, a rendere frizzante e molto competitiva l’intera kermesse.

Riflettori puntati sulle Società con il Tav Belvedere ad Ovest e il Concaverde ad Est a dominare la scena.  Un Concaverde davvero molto grintoso e determinato, che dopo le prime due giornate con qualche sbavatura, ha decisamente preso in mano le redini mentre per il Tav Belvedere si preannunciano giornate di fuoco per respingere i reiterati attacchi del Tav Arlunese, a loro volta candidati al successo finale.

Una qualche delusione per il Poggio dei Castagni, Campioni Italiani Invernali in carica, che però sappiamo bene come riescano, nel rusch finale, a compattarsi e fare risultato. Li aspettiamo dunque alla prova conclusiva del 27 febbraio.

Lasciamo la situazione delle Società per dare un’occhiata a quanto succede in ambito individuale, tenendo presente che al termine delle 8 prove le 2 peggiori verranno scartate. In questa sintesi, ci  cimentiamo nel fare sopratutto delle proiezioni, magari scartando già in alcuni casi una prova o limitandoci a considerare il rendimento attuale dei tiratori per posporlo virtualmente nelle tappe successive.

 

Ecco dunque che un profilo, seppure parziale e visto quindi in proiezione, è ipotizzabile, a iniziare dalla zona Ovest dove, nell’Eccellenza la campionessa Cristina Bocca, nonostante il 36 della 1a giornata, che quindi scartiamo fin da subito, sta prendendo il largo.

Si profila dunque una corsa a tre, con alle sue spalle due big del calibro di Ismaele Mariani e Claudio Armiraglio  a mirare dritti verso la vetta.

Tra i Prima, a farsi notare sono al momento Renato Mantoan, un ritrovato Santo Napoli, che ha nel 40 della 4a prova il peggior risultato, Maurizio Galli, che scarterà il 38 della 2a prova e Antonio Scarfò.

Molto bene anche Giuseppe Leonetti, un Marco Zani in costante ascesa, Crispino Gagliardi e Massimo Zecchillo, quest’ultimo costretto adesso a tenere il rating dei giorni migliori, con quel 37 fatto registrare nella 2^ prova che peserà come un macigno sul computo finale. Dalle retrovie spuntano inoltre Giancarlo Rubeca, chiamato però a migliorare per tenere il ritmo e Giovanni Inversini, partito non benissimo ma che procede sempre più spedito.

Passiamo ai Seconda dove a innescare il turbo sono stati Tonino Di Francesco, Mario Savino e Roberto Casale. Tanto per capire come il livello tecnico sia alto, basti pensare che, al momento, Di Francesco dovrebbe scartare i 44/50 della 3a e 5a prova.

Tutto ciò non dovrebbe però demotivare antagonisti del calibro di Valter Piran, Renzo Mantoan, Aldo Conoci, altalenante ma sempre ostico per tutti e Franco Sozzani, su cui pende come una spada di damocle il 39 fresco di stampa. Della pattuglia, fanno parte anche Alessandro De Pietri, Armando Zinetti,Francesco Nigro e Franco Sozzani con quel 39 della 5a giornata da eliminare e sopratutto, dimenticare.

Terza categoria con un costante Rodolfo Volonghi quale favorito, nonostante il 39 della 5a giornata.

Inseguitori di talento alle sue spalle, a iniziare da Michele Misenti, Francesco Borsotti, Fabiano Bigotto, Patrik Giustolisi, Armando Rovera, Giorgio Varale, passando poi a Roberto Crippa, Giuseppe Ragusa e Salvatore Nucaro, quest’ultimo inserito nella lista con “voto di fiducia”, scartando a priori un 38 e un 39.

Un Alberto De Pietri superstar sta invece scrollandosi di dosso sempre più i suoi tenaci rivali tra i Veterani.

A proporsi per primi al suo inseguimento troviamo Dino Pavan, che dopo aver saltato “la prima” si sente rinvigorito dal 46 della 4a giornata, Cosimo Spanò, ancora in corsa solo se continua così per tutte le restanti prove senza eccezione, Giulio Maino, Carlo Galli, Angelo Idone e Giuliano Ferrari.

Una curiosità riguarda il Consigliere regionale Santo Falanga, talmente costante con i suoi 41, 41, 41,41, che il 42 della 2a giornata pare quasi una nota stonata.

Giuseppe Faini e Marco Vaccari, un binomio che irrompe prepotentemente sulla scena dei Master con quei due 48/50 (uno per sorte) a suonare la carica.

L’unico che al momento pare capace di condividere con loro questa leaderschip è Sergio Farè, mentre tra le Lady, è la giovane varesina Daniela Mazzocchi a dettar legge.  Nel Settore Giovanile, continua il bel duello per un posto al sole tra Andrea Bissoni e Simone Giustolisi.

 

Eccoci adesso a sbirciare quanto accade nella zona Est con un rapido sguardo agli Eccellenza, dove la situazione e alquanto livellata con il terzetto composto da Cristian Filippi, Michele Marchesi e Adriano Lamera  in pool position.

Stenta invece ad ingranare Manuel Corbellini che sappiamo come soffra il freddo ma, da adesso in avanti, siamo certi saprà farsi valere.

Tra i Prima, estrapoliamo giusto un terzetto con Luciano Minelli in testa anche dopo aver scartato il 41 della 2a giornata, Roberto Armani e Dario Premoli, al quale abbiamo tolto il 35 fatto segnare alla 3a prova. Assai bene anche Fabrizio Salvini, Agenore Lorenzini e Renato Ferrari con a ruota Francesco Contessi, chiamato però a dare di più, cosa che è nelle sue corde.

Senza dubbio, tra i Seconda, è Valter Cattaneo l’uomo da battere, ed a provarci si stanno cimentando altri protagonisti come Giuliano Giosuè Alberti, Pierangelo Facchini, Riccardo Poli, Luca Pessina, Ugo Rovetta, Alessandro Picinotti e un Giacomo Galesi in gran forma.

E’ scontro aperto tra Armando Bussandri e Maurizio Ambroggi, praticamente appaiati in cima alla classifica provvisoria dei Terza ai quali, dopo uno scorporo virtuale, aggiungeremo anche Alberto Rivetta. A questo punto, a rimescolare le carte potrebbero provarci il costante Silvio Baccolo, Maurizio Moioli e Patrizio Zipponi.

Da un duo a un terzetto, quello dei Veterani Giuseppe Bresciani, Lorenzo Delle Carbonare, che rimane agganciato alla vetta nonostante un 34 nella 3a giornata e Lorenzo Berneri.

Un trio che dovrà comunque guardarsi le spalle dalle avance di Mario Aldini, che con un piccolo colpo di reni potrebbe presto ricucire il gap che lo separa dai suoi antagonisti.

Pare non esserci storia tra i Master, dove Piero Burnelli non concede sconti  sia a Francesco Salvatori che ad Albertino Natali, intenzionati comunque a non demordere, aspettando la più piccola sbavatura del battistrada.

Una donna sola al comando! Ci riferiamo all’iridata universitaria Marina Moioli che procede spedita tra le Lady. A Katia Cunio e Giuliana Fiorio il compito di rendergli tutto più difficile mentre, nel Settore Giovanile, Andrea Vezzoli e Luca Zanola provano ad allungare, con Luca Miotto e Leonardo Superti alla caccia di gloria in questo “girone” di ritorno.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017