Tav Belvedere, festa di fine anno

12 dicembre 2017

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Il Tav belvedere di Uboldo, uno dei centri da annoverare come fiore all’occhiello del tiro a volo in Lombardia e non solo, ha chiamato a raccolta, nei giorni scorsi, 140 suoi tiratori in occasione della cerimonia di premiazione di quanti si sono particolarmente distinti nella stagione agonistica appena conclusa.
Presenze di vaglia, a questo appuntamento, ad iniziare dal delegato della Fitav Lombardia Daniele Ghelfi, con al suo fianco il commissario arbitri regionale Santo Falanga, il consigliere nazionale della Fitav Fiorenzo De Rosa e i presidenti del Tav Il Campanile di Mesero e di Fagnano.
Altrettanto importanti, questa volta in ambito politico e istituzionale, le graditissime presenze della giunta comunale di Uboldo, capitanata dal primo cittadino Lorenzo Guzzetti, oltre ai rappresentanti dell’ Arma dei Carabinieri, della Polizia Locale e della Guardia di Finanza di Saronno.
Certo, certissimo anzi… probabile. Forse già dal prossimo anno, altri 2 campi da tiro potrebbero affiancare le 6 pedane già esistenti, ed andare quindi a quota 8 campi.
A dare questa speranza, come notizia comunque di notevole rilievo per tutto il mondo del tiro a volo, che vedrebbe di fatto il già prestigioso centro varesino fare un salto di qualità anche a livello internazionale, è stato il sindaco di Uboldo Lorenzo Guzzetti, che si è espresso favorevolmente in tal senso, con la promessa di fare di tutto perchè ciò avvenga prima della fine del suo mandato.
Un bel regalo di natale, con la possibilità quindi di poter ospitare grandi appuntamenti internazionali allargando, allo stesso tempo, la platea di tiratori che già ogni giorno, e in particolare nei fine settimana, partecipano alle numerose gare dei vari campionati regionali e nazionali.
Se quindi il futuro del Tav Belvedere si tinge di un rosa ancora più acceso, anche il 2017 non è certo stato parco di soddisfazioni per tutto il sodalizio con molti dei suoi tiratori in grande evidenza.
A dimostrarlo, la lunga lista dei premiati, che certo non possiamo elencare tutta, seppure alcuni nomi spiccano su tutti.
Ci riferiamo a quanti si sono guadagnati titoli tricolore a iniziare dalla specialità della Fossa Universale con il Prima categoria Mauro Ferri, campione italiano individuale sulle pedane del Tav Umbriaverde di Todi, Pierantonio Venturini, altro tiratore di Prima categoria che è salito sul gradino più alto nell’invernale nazionale disputatosi proprio a Uboldo così come ha fatto, questa volta tra i Veterani Graziano Borlini.
Scudetto tricolore anche nel Double Trap per il Master Almerino Carraretto che, di titoli, invero ne ha conquistati ben 2, entrambi nel Double Trap al San Fruttuoso di Castel Goffredo dove, nella prova a squadre del Campionato Italiano delle Regioni, si è cucito sul petto anche questo prestigioso scudetto.
Tanti ancora gli allori vinti in campo regionale con in più numerose posizioni sui vari podi nazionali conquistati dai tiratori del sodalizio varesino, che adesso già guardano al campionato regionale invernale 2018 alle porte, con la verve che li contraddistingue.

CALENDARIO GARE 2018


aggiornato 04/01/2018

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

06/05/2018