Tiratori Lombardi primeggiano nei Fitav

18 giugno 2011

Andrea Miotto oro e Diego Puccio argento nei G.p. Fitav dei Prima
Daniela Mazzocchi argento Lady al “Cieli Aperti” di Bergamo
Bene anche Stefano Mariani, Rudy Ghisleni e Luca Miotto.

Il fine settimana che ha visto i tiratori lombardi impegnati nei vari Gran Premi Fitav ci ha regalato alcuni risultati di pregiata fattura.

Tre, quelli che in particolare sono balzati agli onori della cronaca grazie alla medaglia d’oro vinta dal tiratore di Prima categoria di Ciliverghe Andra Miotto, che difende i colori dei Vigili del Fuoco, l’argento sempre tra i prima categoria del tiratore varesino di Origgio accasato al Tav Belvedere di Uboldo, entrambi promossi alla categoria Eccellenza e l’argento conquistato dalla varesina Daniela Mazzocchi sulle pedane del Tav Cieli Aperti di Cologno al Serio e anche lei  tesserata al Tav Belvedere Daniela Mazzocchi.

Iniziamo proprio da quest’ultima che, in una finale ricca di azzurre titolate e favoritissime dai pronostici della vigilia, è riuscita a mettere tutte in seria difficoltà sotto l’occhio vigile del c.t. Azzurro Albano Pera.

Il modernissimo centro Cieli Aperti del recordman mondiale di tiro a volo dinamico Renato Lamera, ha fatto da splendido scenario a questo 2° Gran Premio Fitav di Fossa Olimpica che ha visto allo start 191 tiratori delle categorie Eccellenza, Junior, Lady e Junior Lady.

Che la nostra Daniela Mazzocchi fosse brava lo sapevano tutti e anche questa volta a dimostrato di meritarsi tanto rispetto fin dai 75 piattelli, suddivisi in tre serie da 25, che hanno preceduto il barrage finale sui 25 lanci a un solo colpo.

Tre serie da 23 piattelli distrutti ciascuna prima della certezza della finale con davanti a se solo la pluri campionessa bolognese Jessica Rossi (Fiamme Oro)  a quota 72/75 e l’azzurra bellunese di Mell Deborha Gelisio che ha chiuso le fasi di qualificazione con il punteggio di 70/75.

Senza timori reverenziali, Mazzocchi in finale è riuscita a ricucire il gap fino a riagguantare la gettonatissima Jessica Rossi.

Negli ultimi 5 lanci, Mazzocchi ha gettato alle ortiche la possibilità di uno spareggio per l’oro con la bolognese con 3 zeri in rapida successione. Rimane comunque la grande soddisfazione per questo argento davvero pesante che apre nuovi orizzonti alla brava quanto seria atleta varesina.

Sempre ai “Cieli Aperti”, a mettersi in mostra troviamo anche Rudy Ghisleni e Stefano Mariani, entrambi nella massima categoria degli Eccellenza. Dopo la prima giornata, sia il tiratore di Pontida accasato al Tav Fagnano Valle Olona Ghisleni che quello di Trezzo sull’Adda Stefano Mariani, che difende i colori del Tav Arlunese, si erano comportati assai bene. Ghisleni, ha chiuso al secondo posto con un parziale di 74/75 mentre Mariani, con 73/75, si era posizionato al quarto posto. Entrambi, nella giornata conclusiva, dopo altri 50 lanci, si sono trovati a spareggiare unitamente ad altri 2 tiratori per l’accesso alla finale, sfumata sul filo di lana.

Un plauso, va inoltre al quindicenne di Ciliverghe Luca Miotto, astro nascente del tiro a volo italiano del Settore Giovanile del Concaverde di Lonato del Garda. Dopo i primi 75 lanci, Luca Miotto ha fatto registrare un parziale di 71/75 che, al momento, gli garantiva un posto in finale.

Nella tornata di domenica, un 19/25 nella seconda serie ha compromesso tutto ma va bene così,  vista la sua giovane età al cospetto di ben più quotati tiratori che già hanno avuto modo di calcare le scene internazionali come il vincitore Giulio Fioravanti, che al termine ha fatto registrare lo stesso punteggio del primo classificato della categoria Eccellenza.

Spazio adesso all’impresa di suo fratello Andrea, azzurrino e inserito nelle fila dei Vigili del Fuoco che da ieri, in virtù del successo colto sulle pedane aretine del Tav Bellavista di Laterina, dai Prima categoria è passato tra gli Eccellenza vincendo con il punteggio di 146/150.

Passiamo adesso al prestigioso argento vinto sulle pedane del Tav Borgo di Montebello Vicentino, con tanto di promozione tra gli Eccellenza, di Diego Puccio.

Il forte tiratore varesino, preceduto solo dall’emiliano Bruno Bonini (145/150) su un lotto di 107 partecipanti, è riuscito a superare, dopo un acceso shoot – off, il coriaceo astigiano Giovanni Bogliolo.

Sia il nostro Puccio che Bogliolo, avevano infatti concluso la gara con il punteggio di 143/145 che li ha costretti ai tempi supplementari.

Fatale per Bogliolo il nono piattello, errore che non ha commesso un concentratissimo e motivato Diego Puccio a cui vanno i nostri complimenti per questo prestigioso risultato di notevole spessore che lo proietta meritatamente nell’olimpo della disciplina

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017