Campionato europeo di Compak – Argento a squadre e bronzo individuale per Giovanni Zamboni in Polonia.

15 maggio 2017

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Il Super Veterano bresciano di Gavardo Giovanni Zamboni, unico atleta della Fitav Lombardia a far parte della pattuglia azzurra convocata per il campionato europeo di Compak conclusosi oggi (domenica 14 maggio 2017) sulle pedane polacche di Bydgoszcz, ha conquistato l’argento a squadre e il bronzo individuale.
Decisivo, per il secondo gradino del podio continentale, l’apporto del nostro tiratore che, con lo score di 187/200, ha letteralmente trascinato il terzetto azzurro che, oltre a Zamboni, ha visto in pedana il riminese Eugenio Bruscolini (169/200) e Ferruccio Morelli, che ha chiuso la prova con il punteggio di 164/200 per un totale di 520/600.
Davanti a loro, la nazionale francese con 555/600 mentre, al terzo posto, si sono classificati gli inglesi con 517/600.
Prima di passare al bronzo individuale conquistato da Zamboni, giusto il tempo per sottolineare di come sia stata entusiasmante e difficile questa prova, che ha visto al via ben 500 tiratori in rappresentanza di 34 nazioni.
Eccoci dunque alla medaglia di bronzo tra i Super Veterani del nostro specialista pluri medagliato e già iridato della specialità, con qualche sassolino nella scarpa da togliersi visto che, l’argento e non solo, erano proprio alla sua portata.
Qualche zero da dimenticare, sopratutto nella quinta e nella seconda serie di lanci, avrebbero potuto cambiare il colore del metallo, peraltro sempre di grande valenza quando parliamo di competizioni a livello internazionale.
A precedere Giovanni Zamboni, che ricordiamo ha posto il sigillo della sua performance con lo score di 187/200, il britannico John Bidwell (193/200) e il francese, di chiare origini italiane, Guy Rizzo con 188/200.
Una Italia, che esce a testa alta da questo appuntamento europeo, con il titolo continentale conquistato dal Veterano Mauro Bosi (192/200) e l’argento di categoria di Veniero Spada con 191/200+22, ovvero dopo lo spareggio con il russo Aleksandr Lubianiy (191/200+1), giunto alle sue spalle.
Altro oro tutto tricolore, quello della Lady Martina Maruzzo che, dopo il 189/200 dei tempi regolamentari, ha regolato ai “rigori” l con un + 20, l’inglese Amy Easeman (189/200+19), lasciando il terzo gradino del podio alla russa Tatiana Pirogova con 188/200.
In chiusura, ancora una medaglia di bronzo a squadre per gli azzurri tra i Veterani grazie a Mauro Bosi, Claudio Moretti e Carlo Sestini con 559/600, alle spalle del terzetto russo (Aleksandr Lubianiy, Grigory Karagadyan, Anatoly Zimovin) con 560/600 e ai vincitori della Great Britain and Northern Ireland Tony Manvell, Martin Doughty e Glenn Hunt, oro con 563/200.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017