Campionato Regionale estivo di FO Seconda, Terza, Veterani e Master – Record di presenze per la prima prova

3 aprile 2017
Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..

Chi ben comincia è a metà dell’opera! Calza proprio a pennello, questo proverbio, al campionato estivo lombardo dei Seconda e Terza categoria e delle qualifiche Veterani e Master che si articola sulla distanza delle 3 prove con la possibilità di poter scartare quella meno performante.
E questo detto, i 302 tiratori che domenica scorsa hanno affollato le pedane bresciane del Trap Concaverde di Lonato del Garda, pare proprio lo abbiano fatto proprio.
A dimostrarlo, è proprio questo ennesimo record di presenze che, con 302 tiratori al via, ha surclassato il precedente della passata stagione, già peraltro particolarmente elevato, con i suoi 276 tiratori allo start.
Oltre a questo dato, che evidenzia la voglia di iniziare fin da subito a porre un’ipoteca sugli scudetti regionali e la possibilità di aggiudicarsi uno dei 70 “passe” in palio per la finale tricolore, è risultato palese il cipiglio con il quale i tiratori abbiano interpretato la gara.
Le decise folate di vento forte a corrente alternata, che hanno reso particolarmente impegnativo inseguire piattelli dalle traiettorie di sovente non convenzionali, hanno messo a dura prova l’abilità dei partecipanti.
Ma a prevalere, è stato sempre lo spirito sportivo e la capacità di mettersi in gioco e affrontare ciascuna delle 4 serie in programma con quella sana voglia di cimentarsi anche con se stessi.
Al di la del risultato finale, che ha peraltro visto molti tiratori in evidenza con risultati di notevole spessore, a prevalere è stato quello sguardo “sorridente” e i commenti comunque positivi, che hanno piacevolmente saturato l’aria che si è respirata al Concaverde.
Un vento che, solo nel corso dei barrage finali sui 25 lanci riservati ai migliori 6 classificati di ciascuna categoria e qualifica, ha concesso una sorta di tregua moderata, a tutto vantaggio di uno spettacolo conclusivo coi fiocchi, il tutto sotto l’occhio attento dell’ottimo coordinatore della kermesse Pietro Saquella.
Particolarmente apprezzata è stata la finale dei Seconda categoria, con un superlativo Giovanni Caschili (Milano Trap) che, dopo il 95/100 fatto segnare al termine dei tempi regolamentari, ha letteralmente posto il suo autorevole sigillo sulla gara con un immacolato 25/25.
A tentare di sbarrargli la strada verso il gradino più alto del podio, sono stati il portacolori del Poggio dei Castagni Marco Zilioli, che promette scintille per questa stagione agonistica cominciata alla grande e l’alfiere del Trap Pezzaioli Danilo Pilotti, altro tiratore di vertice, che fa della costanza nel rendimento la sua arma migliore.
Dopo il 95/100 iniziale, Zilioli è incappato in 3 zeri nella finale, dando così la possibilità a Pilotti, che inseguiva a un piattello e con 2 zeri in finale, di rimettere in gioco la sfida per l’argento.
Ad avere la meglio, dopo 5 lanci supplementari, è stato Zilioli con Pilotti dunque al terzo meritatissimo posto di giornata.
Gli altri finalisti in pedana nei Seconda categoria sono stati: Luca Morabito (Pezzaioli) 93/100+22, Alberto Rivetta (Poggio dei Castagni) 92/100+22 e Bruno Bosio (Concaverde) con 92/100+22.
A primeggiare tra i Terza categoria è stato il portacolori del Tav Fagnano Valle Olona Manuel Barban con lo score di 92/100+20, seguito nell’ordine dal ventenne grande promessa del Tav Fagnano Michelangelo Dondi con 90/100+21 e da Fabio Cantoni, del Trap Pezzaioli, con 88/100+21.
Con loro in pedana anche Pietro Scaglione (Tav Belvedere – Uboldo) 87/100+20, Antonio Prete (Tav Belvedere – Uboldo) 87/100+19 e Bruno Bodini (San Fruttuoso) 88/100+18.
Top Ten alla ribalta nei Veterani grazie a Claudio Ventura “un nome, una garanzia” che dopo il 93/100 iniziale ha messo tutti in riga con un eloquente 24/25 nel barrage.
Seconda posizione in rimonta per il portacolori dell’Eurotrap Felice Verga con 89/100+22 mentre a garantirsi il bronzo è stato il mantovano del Tav Mattarona Davide Ghezzi con 92/100+100.
Al loro fianco nel barrage conclusivo: Antonio Borsani (Tav Belvedere-Uboldo) 88/100+20 e Antonino Sulfaro (Tav Lovere) 88/18.
Altro gran bel risultato da incorniciare, viste anche le bizzarrie del vento, quello fatto registrare tra i Master dall’esponente di spicco dell’Eurotrap Renato Mantoan che, dopo il 95/100 in gara uno ha posto il sigillo sulla prova con un tranquillizzante 21/25 nel barrage.
Argento, per il portacolori del Tav Bergamo Trap Team Angelo Belotti con 88/100+22/25.
Tempi supplementari per il bronzo, vinto dal mitico Marco Vaccari del Tav Belvedere di Uboldo con 84/100+21+2 dopo essersi scrollato di dosso un altro fiore all’occhiello del sodalizio di Uboldo come Mario Barbieri (83/100+22/25+1) e un altro esponente di chiara fama del tiro a volo come Dino Pavan del Tav Il Campanile di Mesero, che ha chiuso la prova con 86/100+19+1.
Ad anticipare la cerimonia di premiazione, a congratularsi e ringraziare tutti i partecipanti per questa ennesima prova di come questo nostro sport sia in grado di regalarci momenti ad alta intensità di adrenalina allo stato puro, sono stati il delegato della Fitav Lombardia Daniele Ghelfi e il presidente del Concaverde Ivan Carella.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017