I pluricampioni italiani del Trap Pezzaioli in festa. Tanti i successi di una stagione da incorniciare.

9 dicembre 2016

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
“Siete da un modello di società da esportare ed io, in ogni occasione come questa e non solo, non mancherò di sottolineare la splendida realtà che rappresentate per il tiro a volo italiano”.
Con queste parole decisamente forti, convinte e incoraggianti, il presidente nazionale della Fitav Luciano Rossi ha messo il suo autorevole sigillo sulla grande festa che il Trap Pezzaioli di Montichiari (Brescia) ha voluto dedicare a tutti i suoi tiratori per festeggiare in pompa magna, per ringraziarli di essere stati protagonisti di una stagione agonistica a dir poco stellare.
Con un “ambasciatore” di tal rango, sia a livello nazionale che internazionale, il dream team lombardo del Tap Pezzaioli, presieduto da Luigi Beatini, non poteva aspirare a miglior “endorsement”, inteso come sostegno, peraltro tutto meritato, visti i grandi traguardi che, questo giovane sodalizio, in meno di un triennio è riuscito a realizzare.
Questo 2016, poi, li ha visti decisamente esplodere e, fare più di così, come lo stesso Beatini ha avuto modo di ribadire a fine serata, sarà davvero difficile,
Perplessità, quelle di Beatini, subito però quasi cancellate dal quel suo: “Noi comunque ce la metteremo tutta per far ancora meglio”. Postato li a fine discorso, è questa è stata la sensazione di tutti, più tra il serio che il faceto.
Una autentica “festa del ringraziamento” questa, che, oltre al presidente nazionale della Fitav Luciano Rossi, ha visto presente all’appuntamento tutto il gotha dirigenziale della Fitav Lombardia guidato dal super delegato regionale Daniele Ghelfi e dal commissario del settore arbitrale Santo Falanga.
Andiamo dunque a sottolineare il ricco medagliere societario di queste autentiche “furie rosse” monteclarensi, con in evidenza i 2 titoli italiani di Fossa Olimpica (sia invernale che estivo) e quello nel Double Trap, che mancavano da parecchi anni dagli annali lombardi.
Procedendo per ordine, si va ad iniziare, si fa per dire, quasi in sordina, con il titolo invernale della specialità regina del 28 di febbraio al Concaverde di Lonato del Garda, per poi appuntarsi sul petto lo scudetto tricolore il 28 marzo a Roma.
Giusto per non far sconti a nessuno, i tiratori del Trap Pezzaioli si sono poi messi in tasca anche i titoli regionali (sia estivo che invernale) di Fossa Universale, il titolo italiano estivo per societàe, sempre sulle pedane romane di Valle Aniene il 25 settembre, un argento “pesante” nella specialità olimpica del Double Trap in Coppa campioni.
In precedenza, questa volta sui campi bergamaschi del Cieli Aperti di Cologno al Serio, gli alfieri della “corazzata” bresciana hanno bissato il successo tricolore di Fossa Olimpica, questa volta quello “estivo”, cosa mai accaduta nello stesso anno alla medesima società nella storia del tiro a volo italiano.
A tutto ciò, oltre ai numerosissimi successi individuali macinati dai suoi tiratori nel corso delle grandi manifestazioni a carattere sia nazionale che internazionale, va aggiunto il bronzo vinto il 9 di ottobre a Lonato del Garda nella prestigiosa Coppa Campioni di Fossa Olimpica.
Dietro a questi grandi successi, quasi sempre nell’ombra, da non dimenticare altri artefici di primissimo piano, a loro festeggiatissimi nell’occasione.
Oltre al presidente Luigi Beatini, è doveroso sottolineare i meriti di 2 atleti di vaglia come l’azzurro del Double Trap Claudio Franzoni e del coach dalla mille risorse, sia umane che sportive, Renato Ferrari, passando da Giorgio Pezzaioli, senza il quale, questa splendida realtà portata ad esempio in tutta Italia, probabilmente non esisterebbe.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017