Compak: Linetti, Rigamonti, Caterina, D’Andrea, Panizza, Milani, Facciolati e Ferrari neo campioni regionali. Al S. Fruttuoso il titolo per società.

12 luglio 2016

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Giornata torrida, quella di domenica 10 luglio sulle pedane del Tav Bergamo, con l’aggiunta di un tasso di umidità alle stelle che ha messo a dura prova i partecipanti alla quinta e ultima tornata del campionato regionale estivo di Compak.
Alla consolle, quale responsabile della specialità della Fitav Lombardia, il sempre inappuntabile Giancarlo Vitali, ben coadiuvato dai giudici di gara, a loro volta da elogiare uno per uno.
Che dire poi dei tiratori in gara che, semmai ce ne fosse stato bisogno, hanno onorato appieno tutto il circuito del Compak con grande serietà e professionalità sportiva.
Dopo le tappe del Tav Bettolino, del San Fruttuoso, del Tav Fagnano e del Tav Arlunese, la bandiera a scacchi calata domenica nel centro bergamasco di Seriate ha dunque decretato i neo campioni regionale della specialità.
A cucirsi sul petto gli scudetti lombardi, sono stati l’Eccellenza Roland Linetti, il Prima categoria Giancarlo Rigamonti, il Seconda categoria Antonio Caterina e il Terza categoria Luca D’Andrea.
Nel settore delle qualifiche, titoli regionali per il Veterano Damiano Facciolati, il Master Gianmario Ferrari, la Lady Alessia Panizza e Lorenzo Milani per quanto concerne il Settore Giovanile.
Ad aggiudicarsi il titolo per società, sono stati invece i portacolori mantovani del San Fruttuoso di Castel Goffredo.
Dopo i 75 lanci per ciascuna prova, con la possibilità di scartarne una soltanto, eccezione peraltro non valida per la classifica delle società, eccoci dunque a tirare le somme.
Favori dei pronostici rispettati tra gli Eccellenza, dove a meritarsi l’alloro regionale è stato il portacolori del San Fruttuoso Rolad Linetti.
Costantemente tra i migliori, Linetti è riuscito con costanza a tenere a bada altri gettonatissimi tiratori del calibro di Pasquale Gabbiadini (Tav Bergamo) e di Roberto Ardesi (Rondinelle Azzurre), giunti nell’ordine alle sue spalle al termine della kermesse.
Nulla da eccepire anche per quanto riguarda i Prima categoria che hanno avuto in Giancarlo Rigamonti la sua punta di diamante.
Anche Rigamonti, ha sempre tenuto alto il blasone del Tav Arlunese con una condotta di gara da protagonista capace di mettere in fila, dopo un duello a denti stretti per tutte le 5 giornate, Nicola Amadei (San Fruttuoso) e il suo compagno di colori Raffaele Brusadelli.
Un autentico testa a testa tra il neo scudettato Antonio Caterina (Arlunese) e Nicola Amadei (San Fruttuoso) ha caratterizzato la corsa verso il gradino più alto del podio tra i Seconda categoria che ha premiato anche, con il terzo posto, l’alfiere del Tav Arlunese Mauro Ribolini.
Come sulle montagne russe, con ribaltamenti di fronte quale comun denominatore in ogni tappa del circuito, la sfida tra i Terza categoria.
Finale dunque assai incerto che solo nell’ultima giornata ha dipanato ogni dubbio con l’assegnazione del titolo regionale al portacolori del Tav il Campanile di Mesero Luca D’Andrea, l’argento “pesante” a Guido Maruelli del San Fruttuoso con il compagno di casacca Giovanni Dalmaggioni a completare questo podio al cardiopalma.
Anche tra le qualifiche, non sono mancati momenti di suspense che, soprattutto nella tornata conclusiva, hanno infiammato gli animi fino al verdetto finale.
Medaglie dunque pregiate e strameritate con in primis il titolo lombardo vinto da Damiano Facciolati Tav Arlunese), seguito sul podio da Ulisse Redolfi (Tav Bergamo) e da Narciso Gazzurelli del Tav San Fruttuoso.
Saltiamo a piè pari i Master, dove l’uscita di scena di Ottorino Rovetta, Roberto Rossi, Enrico e Giovanni Zamboni ha spianato la strada verso il titolo regionale a Gianmario Ferrari del Tav Bergamo.
Passiamo alle Lady con la favorita d’obbligo della vigilia Ana Cecilia Petagine (Rondinelle Azzurre), messa costantemente alla frusta da due altrettanto valide tiratrici come la vincitrice del titolo regionale Alessia Panizza del San Fruttuoso e da Cristina Motta (Il Campanile di Mesero), alla quale è andato il bronzo.
Un campionato, il loro, costantemente vissuto sul filo di lana, con arrivo al fotofinish a tutto vantaggio dello spettacolo.
Sulla medesima lunghezza d’onda, anche le tappe che hanno visto protagonisti i giovani che, seppur tutti meritevoli di un posto al sole di prim’ordine, hanno comunque applaudito al titolo regionale vinto da Lorenzo Milani (Tav Arlunese), seguito sul podio rispettivamente da Andrea Chittò (Arlunese) e da Cristian Perfetti del Tav Il Campanile di Mesero.
A brillare di luce propria tra le società, sono stati, come da pronostico, i tiratori mantovani del San Fruttuoso, che sono riusciti a respingere le avances dei portacolori del Tav Arlunese, ai quali è andato l’argento, e quelle degli alfieri del Tav Bergamo, che si sono accomodati sul terzo gradino del podio.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017