Campionato regionale estivo di F.O. per i Seconda, Terza, Veterani e Master. Vincono Merigo, Stilo, Coffetti e Vaccari

16 maggio 2016

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Dopo tanti giorni sotto l’ombrello, finalmente una domenica baciata dal sole.
Ci riferiamo a quella appena trascorsa sulle pedane del bel centro varesino del Tav Belvedere di Uboldo, dove è andata in scena la penultima giornata del campionato regionale estivo lombardo di Fossa Olimpica.
A dare spettacolo, sono stati i tiratori di Seconda e Terza categoria, oltre ai rappresentati delle qualifiche Veterani e Master.
Decisamente consistente il numero degli iscritti, 270 in tutto tra i quali 6 tiratori stranieri non inclusi naturalmente nelle classifiche, che confermano l’ottimo stato di salute nella nostra regione della specialità regina indiscussa del tiro a volo.
Ancora tanti, dunque, i tiratori che ambiscono a salire sul podio regionale e puntare, perchè no, ai gradini più alti, così come sono numerosi anche quelli che, con grande passione, si confrontano con se stessi e con gli altri, diventando a loro volta protagonisti di questi avvincenti appuntamenti.
Tanti tiratori, si diceva, e questo ha portato il responsabile regionale della specialità Pietro Saquella, a ridurre la gara a 75 piattelli sui 100 regolamentari, ai quali vanno sommati i 25 lanci della finale per i premi d’onore alle quali hanno avuto accesso i migliori 6 classificati per ciascuna categoria e qualifica.
Si va ad iniziare, con una particolare nota di merito per i giudici di gara che, ancora una volta, hanno dato prova di notevole serietà professionale ed elogiare lo staff tecnico del centro varesino presieduto da Danilo De Marchi, altra perla del tiro a volo lombardo famoso in tutta Italia e non solo, di cui andar davvero fieri.
Siamo dunque a un passo dal conoscere i nomi dei neo campioni regionali e la lotta si fa davvero serrata, con alcuni tiratori chiamati a dare il massimo nell’ultima prova in calendario il 19 giugno ai Cieli Aperti di Cologno al Serio, altro centro da favola del patron Renato Lamera.
Azioni che salgono e altre che scendono ma, con la possibilità di poter scartare la prova meno performante, il tutto si traduce in spiccioli di piattelli a fare la differenza.
Bene, tra i Seconda categoria, il portacolori del Tav Fagnano Marco Viganò e del Tav Belvedere Vincenzo Cetrangolo, che con i loro 72/75 si sono aggiudicati, ex aequo, il miglior punteggio di giornata nella fase “1”, quella valida per il campionato.
A disputare la gara sui 25 lanci supplementari per i premi d’onore, oltre a Viganò e Cetrangolo e dopo uno shoot-off con 5 tiratori a quota 71/100 e 4 posti liberi, sono stati Gianfranco Merigo (Tav Pezzaioli), Roberto Frasisti (Tav Belvedere) Alessandro Piccinotti e Umberto Favalli, questi ultimi accasati al Tav bresciano del Poggio dei Castagni.
Punteggio senza macchia e relativa vittoria per Gianfranco Merigo con alle sue spalle Marco Viganò e Alessandro Piccinotti.
Chi nello scudetto regionale comincia a farci ben più che un semplice pensierino sono sicuramente, e siamo passati così ai Terza categoria, l’alfiere del Tav Milano Trap Lorenzo Balbi e il portacolori bresciano dei Top Ten Ernesto Ferrari.
Nessun dorma, comunque, con uno spaccato particolarmente articolato e di ardua decifrazione dove tutto, ma davvero tutto, è rimandato al gran finale del 19 giugno.
Intanto, a guadagnarsi la cima della classifica e il premio d’onore più pregiato, è stato Antonino Stilo (Milano Trap) con un bel 71/75 e un 24/25 a seguire nella finale di giornata.
In pedana anche Lorenzo Balbi, Ernesto Ferrari e il terzetto di casa formato da Giuseppe De Maria, Giorgio Bignasca e Giovanni Sesana, giunti così nell’ordine alle spalle di Stilo.
Sulla stessa lunghezza d’onda, il discorso per quanto concerne i Veterani e i Master, dove cambiano i tiratori ma la sostanza resta invariata.
Tra i Veterani, tappeto rosso (quello verde lo stenderemo ai Cieli Aperti n.d.r.) per Valter Coffetti, tiratore de Trap Team Bergamo, con il miglior punteggio di qualifica (71/75) e con un ottimo 24/25 nella finale.
A farsi notare, in vista della volata verso lo scudetto regionale, anche Renato Mantoan (Tav Eurotrap) e gli esponenti del Tav Belvedere Carlo Polo e Angelo Idone.
Con loro, a disputarsi la finale dei premi d’onore, anche il compagno di casacca Cesare Paolo Gallina che, per la cronaca, è giunto terzo dietro a Coffetti e Mantoan.
Tra i Master, a “cannibalizzare” il podio e non solo, della finale per i premi d’onore, sono stati i tiratori di casa Marco Vaccari, Piergiovanni Giagnoni e Danilo De Marchi, che si sono lasciati alle spalle i compagni di casacca Mario Pillini, Mario Barbieri, oltre al tiratore del Trap Team Bergamo Angelo Belotti.
Atto secondo di questo bel campionato già agli annali, con lo sguardo e il pensiero che corre adesso verso l’ultimo tempo che, come ogni giallo che si rispetti, non mancherà di tenerci sulle spine fino all’ultimo piattello dell’ultima serie.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017