Gran Prix Fossa Universale al Trap Concaverde

26 aprile 2016

Direttori di tiro -G.P. “di Fossa Universale al Concaverde:
collaudata la nuova formula internazionale.
Giudici di gara promossi a pieni voti.

Promossa sul campo, o meglio dire sui campi, quelli bresciani del mega centro del Concaverde di Lonato del Garda, la nuova formula internazionale facoltativa, sperimentata nel fine settimana appena trascorso in occasione dell’International Gran Prix di Fossa Universale.
Sotto un cielo costantemente minaccioso, con scrosci d’acqua a macchia di leopardo, che sopratutto nella giornata conclusiva, proprio nelle fasi finali, ha costretto gli organizzatori a optare per una cerimonia di premiazione al coperto.
Ad essere sotto esami, quelli voluti dal presidente internazionale della Fitasc Jean Francois Palikas, e sottoposto alla valutazione della commissione tecnica internazionale e del c.t. azzurro della specialità Sandro Polsinelli, sono stati i tiratori e, in particolare, i Direttori di Tiro coordinati al meglio dall’operato attento e scrupoloso del giudice unico della Fitav Lombardia Santo Falanga.
Una autentica standing ovation per tutti loro, nel corso della cerimonia delle premiazioni, ha posto il sigillo, semmai ce ne fosse stato bisogno, su una dedizione, tanta capacità nell’apprendere, saper interpretare e mettere in pratica con la ben nota professionalità che li contraddistingue, queste nuove regole che hanno lo scopo di velocizzare le gare, rivolte sopratutto ai centri più piccoli come i quadri campo e invogliare un numero crescente di tiratori e neofiti, ad avvicinarsi alla specialità.
Ecco perchè, questa nuova formula che riguarderà esclusivamente le gare a carattere internazionale sarà dalla prossima stagione agonistica, a carattere facoltativo, ovvero a discrezione dei vari centri che ospiteranno le gare di questa levatura.
A sancirlo, è stata la riunione tecnica internazionale tenutasi nella giornata di sabato, che ha trovato tutti d’accordo su questa libera scelta così come su tutto il pacchetto innovativo fortemente voluto dal massimo esponente della Fitasc (Federazione internazionale di Tiro e Armi Sportive da Caccia) Jean Francois Palinkas.
Dopo le prime serie di lanci, giusto quelle per scaldare i motori, prendere le misure e rapportarsi con i piattelli anche e soprattutto psicologicamente, anche gli 87 tiratori che hanno orgogliosamente partecipato a questa anteprima internazionale, hanno espresso la loro soddisfazione.
Il pare più qualificato e atteso era comunque atteso dal c.t. azzurro Sandro Polsinelli, peraltro eccellente tiratore che si fregia, da quando dirige la nazionale in questo quadriennio, di aver portato i nostri rappresentanti a vincere qualcosa come 14 titoli europei (9 a squadre e 6 individuali), 15 titoli mondiali (9 a squadre e 6 individuali), 25 medaglie d’argento, 11 di bronzo, 15 Coppe d’europa e 16 Coppe del mondo. E… scusate se è poco!
“Sotto il profilo tecnico – così il c.t. Sandro Polsinelli- poco o nulla cambia mentre sotto il profilo innovativo, ben venga questa novità improntata sulla velocizzazione delle gare ed a una maggiore diffusione della specialità nel mondo. Al momento, infatti, siamo penalizzati dal ridotto numero di strutture dotate di almeno 8 campi che consentano lo svolgimento di gare internazionali come il campionato d’Europa o quello del Mondo. Innovazioni, queste di una maggiore fluidità a scorrere in pedana che, quest’anno, vedrà sicuramente impegnata la Fitav nell’organizzazione di altri Gran Premi promozionali e stage per dare modo ai tiratori che ruotano nel giro della nazionale di prepararsi al meglio per gli appuntamenti internazionali.
“Nuova formula, questa, che riguarderà solo le gare internazionali e che entrerà a pieno regime il prossimo anno, a carattere facoltativo nella sua applicazione da parte delle società, che potranno optare sia per questa nuova soluzione o per il vecchio sistema”.
“Dopo i primi giorni, dove gli scettici erano tanti, moltissimi pareri sono cambiati ed è anche e soprattutto per questo, che voglio ringraziare i partecipanti a questo primo approccio con queste nuove regole, per il loro importante contributo, frutto di un continuo scambio di pareri schietto e sincero, ai quale tengo moltissimo”.
Si è parlato di campi da tiro e non potevamo quindi non coinvolgere in merito il presidente della “bomboniera” del basso Garda del Concaverde, un centro da tiro che il mondo ci invidia e teatro ideale per questa anteprima, Ivan Carella.
“Seppure mi aspettassi una presenza maggiore di tiratori, l’importante è l’aver dimostrato, e i tiratori hanno percepito questa sensazione, che questa nuova formula ha delle caratteristiche molto positive per il futuro della specialità. Questo fattore, se volgiamo è marginale per l’Italia, che fortunatamente vanta molti centri di tiro in grado di ospitare senza patemi queste grandi manifestazioni, ma così non è all’estero. Inoltre, la Fossa Universale, proprio perchè e una specialità puramente amatoriale, ha bisogno di coinvolgere un sempre maggior numero di tiratori, strizzando l’occhio a quelli che sono alle prime armi, e contempo di snellire i tempi e dar modo ad altre nazioni, come la Spagna e il Portogallo, giusto per citare alcune che abbiamo perso per strada, di poter ospitare grandi gare seppure con impianti di ridotta o media capacità”.
Ivan Carella guarda avanti, da un giudizio positivo a questo lungimirante progetto anche per l’Italia stessa perchè:”I nostri centri, per funzionare con tranquillità hanno bisogno dei tiratori stranieri e quindi, una crescita numerica e qualitativa della Fossa Universale deve essere auspicata e questa nuova formula, nel lungo periodo, sono certo saprà regalarci tante soddisfazioni”.
Il dado è tratto! Adesso bisogna munirsi di pazienza e monitorare con una giusta dose di ottimismo il cammino di questa formula che, fin d’ora, ha comunque tutti i connotati di un progetto con le carte in regola per vincere le sfide di domani.

Classifiche
Open: 1) Ivan Rossi 195/200; 2) Alessandro Camisotti 193; 3) Karel Pucàlka 192.
Veterani: 1) Sandro Polsinelli 190/200+21+5; 2) Gianfranco Cristoni 190+21+4; 3) Vittorio Taiola 188+24+5.
Super Veterani: 1) Lionello Masiero 190/200; 2) Marco Vaccari 188; 3) Giorgio Ravera 185.
Ladies: 1) Roberta Pelosi 182/200; 2) Bianca Revello 181; 3) Eugenia Valente 179.
Junior: 1) Nicolò Fabbri 190/200; Andrea Trabucco 185; 3) Luca Cataldi 181.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017