domenica 28 febbraio al Concaverde finale del regionale invernale di F.O. sono 323 i “pass” per i finalisti.

22 febbraio 2016

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Si va infiammando fin d’ora, dopo l’ottava e ultima prova di qualificazione alla finale del campionato regionale invernale di Fossa Olimpica di domenica scorsa, l’attesa per la finale in programma domenica 28 febbraio sulle pedane gardesane del Trap Concaverde di Lonato del Garda.
Sono stati 323, i tiratori delle varie categorie e qualifiche che hanno superato le fasi di qualificazione che adesso, con ripartenza da zero e sulla distanza dei 75 piattelli, andranno a misurarsi nella bomboniera del basso Garda per guadagnarsi un posto di prestigio nei vari podi.
Sarà una domenica ricca di emozioni e capovolgimenti di fronte a non finire, visto che fare oggi pronostici su chi riuscirà o meno ad aggiudicarsi i titoli regionali in palio sarebbe decisamente avventato e fuori discussione.
Tanti e tanti, sono infatti i tiratori che hanno dimostrato di attraversare uno stato di forma adeguato e, altrettanti, sono gli autsiders, capaci a loro volta di sovvertire anche i pronostici della vigilia più qualificati.
In ambito societario, perlomeno a prima vista, le cose possono invece apparire più scontate, seppure anche in questo caso, prendere un abbaglio potrebbe risultare assai scontato.
A detta di molti tiratori incontrati alla vigilia di questo big match, tutti i favori dei pronostici vanno al Tav Pezzaioli di Montichiari e del Tav Belvedere di Uboldo seppure vanno salendo a dismisura le quotazioni di altre società che, a ben guardare, hanno tutte le carte in regola per sparigliare i giochi.
A giocarsela ad armi pari con gli esponenti del Tav Pezzaioli, e del Tav Belvedere troviamo ad esempio, i milanesi del Tav Il Campanile di Mesero e i bresciani del Poggio dei Castagni di Vobarno.
Ma attenzione, perchè le vere e grandi sorprese potrebbero arrivare come un fulmine a ciel sereno da chi meno ti aspetti.
In questo caso specifico, ci riferiamo ai portacolori del Tav Bergamo, grandi protagonisti in tutte le fasi di qualificazione che da molti anni non vedevamo gareggiare a livelli così alti e che sono riusciti a conquistare non poche simpatie.
Se a tutto questo facesse seguito anche un titolo regionale o comunque una prova da podio, altro non sarebbe che una conferma dell’ottimo livello raggiunto dai suoi tiratori.
Altra società da tenere d’occhio è la neonata Accademia Lombarda che, nel corso delle qualificazioni, ha retto bene all’impennata dei risultati dando prova di carattere e ottime capacità anche a livello individuale.
Asticella quindi molto alta, quella fissata fino ad oggi, con l’incognita “esperienza” a poter dire la sua.
In questo caso, nonostante i bonus, potrebbero far di esperienza virtù alcuni sodalizi come i mantovani del Tav San Fruttuoso di Castel Goffredo o i padroni di casa del Trap Concaverde.
Magari non per lo scudetto regionale ma per un posto al sole di questo podio regionale invernale, capace di dare la giusta carica a quanti, molto presto, andranno a contendersi gli scudetti regionali estivi della specialità regina per eccellenza di questo nostro sport.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017