Campionato italiano cal. 20 di Double Trap: 6 titoli su 7 ai tiratori lombardi.

16 giugno 2015

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Ben 6 titoli tricolore, su 7 a disposizione, per i tiratori lombardi impegnati domenica 14 giugno nella sfida tricolore sulle pedane mantovane del bel centro mantovano del San Fruttuoso di Castel Goffredo, dove è andato in scena il Campionato italiano calibro 20 di Double Trap sulla distanza della 4 serie da 30 doppietti ciascuna con formula Fitav.
A cucirsi sul petto lo scudetto più ambito, sono stati l’Eccellenza Simone Doi (Aeronautica Militare), il Prima categoria Matteo Serena (Tav Pezzaioli), il Seconda categoria Renato Ferrari (Tav Pezzaioli) e il Terza categoria Andrea Vezzoli (Tav Pezzaioli).
Nel settore riservato alle qualifiche, a primeggiare sono stati il Veterano Giovanni Zamboni (Tav San Fruttuoso) e il rappresentante del Settore Giovanile Lorenzo Ferrari (G.s. Fiamme Oro) mentre, l’unico scudetto sfuggito ai nostri portacolori è stato vinto dal veronese Franco Negrini (Tav Zevio), assiduo quanto stimato frequentatore delle pedane lombarde.
Per la Lombardia, anche 3 medaglie d’argento e 5 di bronzo, a suggellare questo ampio successo che, di anno in anno, va sempre più in crescendo.
Le avverse condizioni meteo, soprattutto nelle fasi pomeridiane con temperature calate a picco rispetto ai 30° e passa delle giornate precedenti, vento e acquazzoni, a tratti anche di notevole intensità, hanno in parte condizionato le performance dei tiratori in pedana.
Miglior risultato della prova, con tanto di scudetto tricolore, quella fatta registrare dal tiratore bresciano di Prima categoria Matteo Serena (94/120), campione regionale in carica della categoria, tornato a calcare con rinnovata verve a tempo pieno le pedane.
Successo scontato anche per l’Eccellenza lodigiana di Merlino Simone Doi (87/120), mentre decisamente più combattuta è stata la gara dei Seconda categoria dove, al termine dei tempi regolamentari, il bresciano di Provaglio di Iseo Renato Ferrari e l’esponente veronese del Tav Zevio Vittorio Frapporti, altro tiratore di casa in Lombardia, si sono trovati entrambi a quota 91/120. Il tutto mentre il bresciano Cristian Filippi del Tav Pezzaioli di Montichiari aveva già assicurata la medaglia di bronzo con il punteggio di 84/120.
Nello shoot – off a eliminazione diretta, ad avere la meglio con un +1 è stato Renato Ferrari che ritorna a casa con 2 titoli tricolore, visto che quello riservato al Settore Giovanile ha visto salire sul gradino più alto del podio il figlio Lorenzo (G.s. Fiamme Oro) con il punteggio di 83/120 davanti all’alfiere del Tav Belvedere di Uboldo Riccardo De Gasperi e al portacolori del San Fruttuoso Pierpaolo Destefani con 58/120.
Terza categoria all’insegna del bresciano Andrea Vezzoli (Tav Pezzaioli) con lo score di 85/120 seguito dal sempre presente rappresentante de Tav varesino Belvedere di Uboldo Diego Megale (69/120) con al terzo posto lo specialista del Compak Adriano Contrini (66/120) che difende i colori bresciani delle Rondinelle Azzurre.
Scudetto tricolore tutto lombardo anche tra i Veterani, grazie al gardesano Giovanni Zamboni (Tav San Fruttuoso), altro specialista del Percorso di Caccia in pedana, specialità nella quale ha conquistato allori di grande prestigio a vari livelli internazionali, che ha chiuso la prova a quota 64/120 seguito nell’ordine dal veronese Giacomo Trevisan (Shooting Team Scaligero) con 54/120 e da Dario Verga (Tav Belvedere-Uboldo) con 50/120.
Eccoci infine ai Master, l’unico scudetto tricolore sfuggito ai tiratori lombardi, che è stato appannaggio del rappresentante veronese del Tav Zevio Franco Negrini con il punteggio di 75/120, giusto 5 piattelli in più di un altro tiratore di rango come Mario Barbieri (Tav Pezzaioli), con al terzo posto il notissimo tiratore varesino del Tav Belvedere Almerino Carraretto, a cui è andato il bronzo con il punteggio di 53/120.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017