Qualificazione regionale delle Società, record di partecipazione

1 giugno 2015
Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..

Campionato lombardo Società: Poggio dei Castagni da favola.
Titoli individuali Eccellenza, Prima,Junior e Lady per Borlini, Inversini,
Leali e Mazzocchi su ben 495 iscritti.

Ennesima gara da incorniciare, quella disputatasi domenica 31 maggio sulle pedane del Concaverde di Lonato del Garda con in palio i titoli regionali e i “pass” per la finale tricolore delle Società, oltre agli scudetti lombardi degli Eccellenza, Prima categoria, Junior e Lady, per la Fitav Lombardia con l’ennesimo record di tiratori che ha sfiorato quota 500 iscritti.
Sono stati infatti 495 in rappresentanza di 22 società, gli atleti che hanno dato vita a questa kermesse per molti versi atipica, dal fascino tutto suo nel panorama tiravolistico nazionale e coordinata al meglio dal commissario arbitri della Fitav Lombardia Santo Falanga.
Come in una favola d’altri tempi, quel sapore di amarcord che tanto sa di nostalgia e al contempo di un ritrovarsi tutti uniti nella grande casa della Fitav Lombardia che rinfranca lo spirito, c’e’ stato spazio per tutti, visto che al termine a vincere sono stati all’ unisono tutti i partecipanti e le loro famiglie.
Numerosi, infatti, i bambini che giocavano nel lussureggiante parco del Concaverde alle spalle delle pedane e altrettanto numerose le mamme che, oltre a prendere il sole di questa splendida domenica e chiacchierare tra loro, avevano prima contribuito a imbandire tavolate piene zeppe di leccornie come tradizione vuole per onorare questa autentica festa del tiro a volo lombardo.
Questo importante fattore, non ci ha comunque privato dall’assaporare il gusto della gara vera, dove i valori sportivi, una volta in pedana, hanno preso il sopravvento.
Al termine della competizione, a salire con gran merito sul gradino del podio più alto tra le società sono stati gli alfieri del team bresciano del Poggio dei Castagni di Vobarno, presieduto da Loretta Zani, con lo score di 420/450 grazie ai risultati di Marco Minini, Dario Premoli, Marco Zilioli, Palmiro Menoni, Giordano Savoldini e Daniele Gallina.
Argento per il Tav Pezzaioli di Montichiari (Fabio Maiolini, Luigi Frassi, Ivano Mor, Walter Cattaneo, Matteo Serena, Aberto Garosio) con 418/450 e dai mantovani del San Fruttuoso di Castel Goffredo (Luca Zanola, Nicola Faccini, Silvio Baccolo, Stefano Fenaroli, Agenore Lorenzini, Simone Carrara) a quota 417/450.
Posizioni, queste del Tav Pezzaioli e soprattutto del San Fruttuoso, in bilico fino all’ultimo piattello dell’ultima serie in programma con i milanesi del Tav Il Campanile di Mesero, classificatisi poi al quarto posto, ancora in corsa per un posto sul posto.
Come il San Fruttuoso, infatti, viaggiavano a quota 417/450 ma con ancora un possibile asso nella manica, ovvero la prova del Prima categoria Alfio Aguiari che poteva, e i presupposti c’erano tutti, con un 22/25 e un 24/25 al suo attivo, mescolare la carte.
Ma il piattello beffardo, quel solito piattellino che non ti aspetti, era in agguato, ironia della sorte proprio nell’ultimo lancio di giornata, con lo stridente suono del campanello degli zeri a irrompere prepotentemente, vanificando così una speranza cullata trattenendo quasi il fiato fino a quel momento.
Se la corsa verso lo scudetto lombardo tra le società è stato a dir poco accattivante, non da meno sono risultate le sfide per i titoli regionali individuali che, per la cronaca, sono stati vinti dall’Eccellenza Graziano Borlini, dal Prima categoria Giovanni Inversini, dalla Lady Daniela Mazzocchi e da Nicola Leali per quanto concerne il il Settore Giovanile.
Un premio speciale non preventivato prima della gara ma aggiunto in corso d’opera, è stato assegnato anche per le Junior Lady.
A vincerlo, con il punteggio di 63/75, è stata la tiratrice bergamasca di Costa Volpino Rachele Amighetti, che difende i colori del Cas Concaverde.
Particolarmente coinvolgente la gara degli Prima categoria dove, al termine dei 75 piattelli lanciati nel corso dei tempi regolamentari, ben 3 tiratori viaggiavano in perfetta parità a quota 72/75.
Tempo di Shoot – Off (spareggio a eliminazione diretta al primo zero) dunque per Giovanni Inversini (Tav Mesero), Pierantonio Venturini (Tav Accademia Lombarda) e l’esponente del Tav Pezzaioli Fabio Maiolini.
Proprio quest’ultimo è il primo a lasciare la pedana con lo zero al primo lancio emulato subito dopo da Venturini che non ha intercettato il secondo piattello, cosa che ha fatto invece molto bene Inversini.
Davvero una gran bella prova quella del portacolori del Tav bergamasco Cieli Aperti di Cologno al Serio Graziano Borlini che ha vinto alla grande la gara degli Eccellenza con un perentorio 74/75.
Unico piattello a separarlo dalla perfezione, quello graziato al 19° lancio della terza serie.
Per la piazza d’onore, si sono invece confrontati nello Shoot-Off Claudio Armiraglio (Tav Mesero) e Massimo Fanzaghi del Tav Mattarona – Rivarolo.
A spuntarla, dopo 6 lanci supplementari è stato il sempre coriaceo Armiraglio con Fanzaghi medaglia di bronzo che si è fermato a quota 5.
Chi ha ancora una volta dimostrato il suo momento di grazia è stata la portacolori del Tav Milano Trap Daniela Mazzocchi tra le Lady che fin dalla prima delle 3 serie a condotto la gara con notevole continuità fino a far segnare un bel 69/75 che non ha concesso chance alle avversarie.
Medaglia d’argento per Catia Cunio (Tav Pezzaioli) con 62/75 e bronzo per Sdenka Ratek (Trap Concaverde) con 61/75.
Cas Concaverde ancora in cima al podio, questa volta nel Settore Giovanile con Nicola Leali, che è riuscito con un +2 a tener testa nello Shoot-off, dopo il 64/75 dei tempi regolamentari, ai pari merito Lorenzo Ferrari ( G.S. Fiamme Oro) ed a Edoardo Maifredi, altro gioiellino griffato Cas Concaverde, giunti nell’ordine ale sue spalle.
Un plauso particolare, oltre che alle società, ai tiratori tutti e all’organizzazione dello staff tecnico del Concaverde, il Delegato della Fitav Lombardia Daniele Ghelfi lo ha riservato alla grande professionalità dimostrata, come sempre, dalla nutrita pattuglia dei Direttori di gara.
“Adesso, per molti di voi si sono spalancate le porte delle finali nazionali, dove spero di potervi applaudire anche sul podio tricolore. So che, comunque vada, siete voi la nostra bandiera, capace sempre di distinguersi sia per capacità che per serietà sportiva, e questo fa onore alla grande famiglia della Fitav Lombardia, come questo evento odierno, semmai ce ne fosse stato bisogno, è stato capace di ribadire”.
Cresce intanto l’attesa per il Campionato mondiale delle specialità olimpiche, con in palio 10 “pass” per i “Giochi” di Rio che si disputerà proprio al Concaverde, il campo da tiro che tutto il mondo ci invidia, dal 10 al 17 settembre, con la promessa da parte dello staff organizzatore di poter offrire uno spettacolo mozzafiato da non dimenticare.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017