Quinta edizione da record per lo stage dei direttori di tiro lombardi

7 dicembre 2014

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..

Quinta edizione da record per lo stage dei direttori di tiro lombardi.
Nella prova sul campo, Lombardo, Borzi,  Manzoni e Conoci neo campioni regionali.

Oltre 120 direttori di tiro, tra nazionali, regionali e provinciali, hanno preso parte sabato 6 dicembre al Concaverde di Lonato del Garda alla quinta edizione dello stage di aggiornamento riservato ai giudici di gara della Fitav Lombardia.
Dopo un’intensa mattinata, nel corso della quale sono stati affrontati numerosi temi inerenti l’operato che i giudici sono chiamati ad affrontare nel corso delle gare in tutte le specialità del tiro a volo e gli esami per 21 nuovi direttori di tiro e il passaggio di 12 giudici provinciali a regionali, tutti in pedana nel primo pomeriggio alla caccia dei titoli regionali di ciascun settore arbitrale.
A fungere da relatore, e a rispondere anche ai numerosi interventi in merito a nuove direttive e ai tanti suggerimenti mirati a un sempre miglior servizio verso i tiratori, è stato il Delegato della Federtiro lombarda Daniele Ghelfi con al fianco il membro della C.A.N. (Commisione Arbitri Nazionale) Giuseppe Lazzaretti, Santo Falanga (Commissario arbitri regionale), Giuseppe Lombardo e Pietro Saquella.
Particolarmente soddisfatto per questa massiccia partecipazione il Delegato Fitav Lombardia Daniele Ghelfi che tende a sottolineare la serietà professionale che i giudici di gara della Lombardi. “Un plauso all’eccellenza va tutto a loro, che anche in questa occasione hanno voluto e saputo dimostrare come il loro ruolo sia importante nel corso delle varie manifestazioni. Di riflesso, tutta la Fitav Lombardia va fiera dei suoi giudici di gara che, anche in questa occasione, non si sono limitati a porre domande molto sensate, ma hanno dato un chiaro segnale propositivo con una serie di consigli davvero interessanti da proporre ai vertici nazionali perchè possano essere valutati al fine di un adeguamento del nostro sport che non perde occasione per essere costantemente al passo coi tempi”.
A chiudere la mattinata, oltre agli esami per i 21 neo direttori di tiro provinciali e il passaggio da provinciali e regionali per i 12 candidati con Santo Falanga quale formatore; in separata sede la premiazione speciale dei 3 giudici di gara nazionali con alle spalle oltre 15 anni di attività in tale ruolo.
Gli speciali orologi coniati dalla Fitav Lombardia per l’occasione sono stati consegnati a Costante Caimi, Agostino Parati ed a Lino Chimento.
Proprio quest’ultimo, dedichiamo alcune righe di aneddoti e storia di vita vissuta con la passione del tiro a volo nel sangue. Chimento, classe 1943, di aneddoti, nei suoi 60 anni tondi tondi di esperienza, da raccontare ne ha davvero tanti. Il tiro a volo è anche sacrificio, seppur con il sorriso tra le labbra, come quando giovanissimo da Legnano, sua terra natia, si recava in bicicletta a Malpensa pur di fare almeno una pedana con il fidato fucile in spalla e poche lire in tasca.
Per taluni versi, Lino Chimento è anche un pioniere per quanto concerne l’allora specialità del Percorso di Caccia in pedana che oggi meglio conosciamo come Compak.
Ancora lo riempie di soddisfazione che traspare dalle sue parole, quando ci ricorda come, nel 1981, vinse il titolo tricolore (praticamente assoluto visto che non vi erano ancora le categorie ) in occasione del primo campionato italiano di Percorso di Caccia in pedana a Montecatini.
Fugace pausa conviviale per poi scendere tutti in pedana con tanta verve e voglia di sfidarsi in pedana con in palio i titoli di campioni regionali che sono stati vinti rispettivamente da Giuseppe Lombardo (che concede il bis dopo il successo della passata edizione dopo una bella sfida con il Delegato Fitav Lombardia Daniele Ghelfi n.d.r.) per quanto concerne la classifica riservata alla Struttura Regionale, da Enrico Borzi (direttori di tiro nazionali), Pietro Manzoni (direttori di tiro regionali) mentre, a mettersi al collo l’oro dei direttori di tiro provinciali è stato Adolfo Conoci.
E’ stata gara vera sotto tutti i profili con quel giusto e sano agonismo a far da catalizzatore e rendere particolarmente pepata e ricca di colpi di scena l’intera kermesse.
A evidenziare tutto ciò, oltre ai ragguardevoli punteggi fatti registrare, le numerose sfide oltre i tempi supplementari con gli shoot-off e quindi l’eliminazione al primo zero prima di riuscire a completare il quadro dei vari podi.
Particolarmente accesa la gara dei direttori di tiro provinciali dove, ad andare ai supplementari sono stati ben 5 giudici di gara (Graziano Borlini, Luigi Bossi, Antonio Avella, Davide Ghezzi e Antonio Balbi) per contendersi il secondo e terzo gradino del podio e lo stesso dicasi per la classifica della struttura regionale con il duello tra Roberto Armani e Lorenzo Dalle Carbonare e per i giudici di gara regionali dove, a duellare per le piazze d’onore sono stati Francesco Cascioni e Fulvio Pisano.
Si chiude così questo sabato al Concaverde finalmente baciato da un pallido sole dopo tanta acqua a catinelle con già nel mirino una stagione agonistica 2015 ricca di impegni e tanta voglia di affrontarla con lo spirito giusto di chi sa e si impegna ogni giorno perchè questo nostro sport sia sempre additato quale esempio da emulare.

Classifiche 5° Campionato struttura regionale

Struttura regionale:
1) Giuseppe Lombardo 46/50; 2) Roberto Armani 45+2; 3) Lorenzo Dalle Carbonare 45+1.
Dir. di tiro nazionali:
1) Enrico Borzi 47/50; 2) Roberto Rametta 45; 3) Giovanni Gobbo 44.
Dir. di tiro regionali:
1)Pietro Manzoni 44/50; 2) Francesco Cascioni 43+2; 3) Fulvio Pisano 43+1.
Dir. di tiro provinciali:
1) Adolfo Conoci 48/50; 2) Graziano Borlini 46+9; 3) Luigi Bossi 46+8.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017