#Giovani e Campioni: successo annunciato per l’iniziativa Beretta e Fitav al Concaverde.

3 novembre 2014

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..  Anche la seconda edizione di #GiovanieCampioni, la “clinic” griffata Beretta, in stretta sintonia con la Fitav Italia, andata in scena giovedì 30 ottobre sulle pedane bresciane del Concaverde di Lonato del Garda, ha fatto registrare un più che lusinghiero successo.
Protagonisti di questa giornata, molti big della disciplina legati allo storico marchio dell’azienda bresciana di Gardone Val Trompia e una quarantina di giovanissimi tiratori dei Centri di Avviamento dello sport del tiro a volo, letteralmente al settimo cielo.
Tra i 30 campioni stellari, giusto per dare il polso della valenza dell’evento, il 4 volte campione del mondo con in bacheka anche due argenti e un bronzo olimpico Giovanni Pellielo, l’oro olimpico di Londra 2012 e recordam mondiale con lo score di 99/100 Jessica Rossi, il croato oro a Cinque Cerchi sempre a Londra nella Fossa Olimpica Giovanni Cernogoraz.
A rappresentare lo Skeet, l’oro olimpico di Pechino 2008 Chiara Cainero e il campione europeo in carica Agostino Lodde, mentre per il Double Trap, molto apprezzata è stata la partecipazione dell’argento di Pechino 2008 e due volte iridato Francesco D’Aniello.
Tanti altri i campioni, come Diana Bacosi, Erminio Frasca, Alessandra Perilli, Jesus Serrano, Katiuscia Spada, Simona Scocchetti, l’iridato di Lima 2013 Jesper Hansen, il campione europeo dello scorso anno a Shul, il croato Josip Glasnovic e via discorrendo, che per un pomeriggio son saliti in cattedra dispensando consigli preziosi ai loro giovanissimi emuli.
Gettonatissimi, gli specialisti della Fossa Olimpica Giovanni Pellielo e Jessica Rossi che hanno seguito uno ad uno i loro “allievi” con consigli personalizzati, soprattutto per quanto concerne la postura in pedana e lo stato psicologico con il quale affrontare la sfida che ogni singolo piattello propone.
Presente nell’occasione anche il Delegato Fitav Daniele Ghelfi che non ha mancato di sottolineare l’importanza di questo evento per i giovani e quindi il futuro del tiro a volo.
“Mi auguro che questo appuntamento prosegua anche i prossimi anni anche perchè, iniziative di tale portata sono anche un modo per far si che si appiattisca la distanza tra il vertice e la base, creando di fatto un connubio e un incentivo a continuare quanti invece iniziano la loro scalata verso le posizioni di vertice di questo nostro meraviglioso sport”.
Tra un cambio di pedana e l’altro, cogliamo l’occasione per rivolgere alcune domande al mitico “Jonni” Pellielo, grande in tutti i sensi, sia come sportivo, atleta e uomo da emulare a 360 gradi.
“E’ meraviglioso essere qui oggi – ha esordito Pellielo- perchè abbiamo la possibilità di trasferire, seppure per poche ore, le nostre conoscenze e soprattutto i consigli di base a questi, mi auspico, futuri campioni o perlomeno ai futuri appassionati a questo nostro mondo. Sono tutti ragazzini gentili, cortesi e cordiali che si vede il come vengano da famiglie per bene, e questo è ancora un ulteriore piacere”.
Nuovo look nell’acconciatura, decisamente piacevole e sbarazzina, con qualche piccolo vezzo di femminilità come la piccolissima “J” d’argento di Jessica appuntata sul margine sinistro del jeans e le unghie smaltate per benino, per la più giovane e al contempo la più grande esponente del tiro a volo mondiale della Fossa Olimpica Jessica Rossi.
“Sono certa che questa sera i ragazzi andranno a casa con nella mente una miriade di consigli da elaborare e mettere in pratica. Se anche una sola cosa di quanto è stato detto e fatto oggi rimarrà ben scolpita in loro è già questo per me, a non solo, un motivo di grande soddisfazione. Tutto questo mi ricorda un peraltro recente passato quando, a 12 anni, iniziavo questa magica avventura. Grazie a loro, rivivo grandi emozioni e ricordo la fatica che facevo allora a imbracciare il fucile e mi immedesimo in questi giovani a cui auguro un futuro splendido e ricco di soddisfazioni”.
In chiusura di questo pomeriggio con le “stelle” la distribuzione degli attestati di partecipazione per i giovani e foto di gruppo con i campioni sul podio del Concaverde, non prima di un premio speciale che il Panathlon di Brescia, di cui è stato socio fondatore e presidente Carlo Beretta di cui ricorre quest’anno il trentesimo anniversario della scomparsa, alla giovane tiratrice del centro Cas Concaverde Rachele Amighetti.
Il tutto tra un mix di intrattenimento a suon di musica irradiata dall’area adiacente il podio da un deejay, con in bella vista la nuova Mini Dinamica del Gruppo Bonera, concessionaria del brand Mini per Brescia e Provincia che quest’anno ha affiancato la Beretta in una sorta di prtenrship e l’happy hour con a seguire il lancio verso di tante lanterne cinesi quanti i giovani che hanno partecipato all’evento portando con loro, nell’azzurro di un cielo che lasciava pian piano spazio alle prime ombre, tanti sogni, speranze e, sopratutto un ricordo indelebile di questo pomeriggio da incorniciare.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017