Finale regionale di Fossa Olimpica col botto. Record di presenze e novità da incorniciare.

24 febbraio 2014

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..

Altro record di presenze sbriciolato e ben 6 tiratori su 8 che per la prima volta si aggiudicano un titolo regionale di Fossa Olimpica, questo e tanto altro ci ha regalato la finale del campionato invernale lombardo disputatasi domenica scorsa sulle pedane del Concaverde di Lonato del Garda.
Dai 204 finalisti della passata stagione si è passati quest’anno a quota 285 su 297 tiratori qualificati per questa kermesse baciata dal sole e portata a termine con una precisione “svizzera” dal responsabile regionale della Fitav Lombardia Santo Falanga, coadiuvato dalla grande professionalità dei giudici di gara e dello staff tecnico del Concaverde.
Una macchina perfetta in ogni più piccolo dettaglio, dove nulla è stato lasciato al caso per questo successo su più fronti, con tante gradite sorprese e altrettante storie da raccontare in questa domenica di sport vissuta con grande passione da tutti i contendenti che si sono confrontati anche per riuscire a conquistare i “pass” per la finale tricolore.
A cucirsi sul petto gli scudetti di campione regionale, dopo i 75 piattelli in programma, sono stati l’Eccellenza Graziano Borlini, il Prima categoria Renato Ferrari, il Seconda Giuseppe Ghilardi e il Terza categoria Luca Morabito. Il titolo per le società è stato vinto con pieno merito dal Tav mantovano San Fruttuoso di Castel Goffredo.
Per quanto concerne le qualifiche, a conquistare i titoli regionali sono stati Federico Baratelli nel Settore Giovanile, il Veterano Carlo Polo, il Master Romano Paoli, la Lady Catia Cunio e Angelo Felice Pozzi tra i Disabili.
Tranne Renato Ferrari e Carlo Polo, per tutti gli altri è stato questo il primo titolo regionale di Fossa Olimpica. Nessuno spareggio inoltre da registrare per il gradino più alto in tutte le categorie e qualifiche mentre, per le posizioni d’onore, alcuni spareggi con eliminazione diretta al primo zero non sono mancati.
Andiamo per ordine a iniziare dagli Eccellenza dove a brillare è stato il bergamasco di Ardesio Graziano Borlini, che difende i colori del Tav Cieli Aperti di Cologno al Serio, al primo anno nella massima categoria, che lo scorso anno ha fatto parte della rappresentativa lombarda vincitrice del campionato italiano delle regioni.
Un successo, il suo, maturato nella prima serie con un perfetto 25/25 con tanto di finale triller, viste le insidie fin sotto la bandiera a scacchi dei gettonatissimi Roberto Armani e Claudio Armiraglio.
Successo d’orgoglio tra i Prima categoria per il bresciano di Provaglio di Iseo Renato Ferrari che veste la maglia del Tav San Fruttuoso.
Mentre imperversava sotto i mega monitor della reception del Concaverde il “toto vincitori”, Ferrari non era neppure stato preso in considerazione e questo ha fatto scattare in lui qualcosa che si chiama orgoglio. Probabilmente, il poliedrico e vulcanico Renato Ferrari non risultava tra i papabili della vigilia perchè, in questi ultimi 2 anni, si è sacrificato non poco per seguire da vicino il figlio quattordicenne Lorenzo, che già adesso possiamo definire una autentica promessa del tiro a volo.
Poche gare e pochi allenamenti, quindi, e quel 21/25 iniziale a giustificare questa dimenticanza, mentre Cristian Filippi, Carlo Zavattaro e Dario Premoli andavano a mille. A proposito di Premoli, eterno secondo nella passata stagione, questo 2014 comincia ancora con un argento, questa volta per un ritardo nel raggiungere la pedana nella seconda serie con relativi 3 punti di penalizzazione.
Da elogiare comunque il successo di Renato Ferrari che ha saputo reagire da par suo con un immacolato 25/25 nella terza serie che ha messo tutti a tacere. A contendersi il terzo gradino del podio, appaiati sul punteggio di 70/75 a fine gara, sono stati Carlo Zavattaro e Cristian Filippi con un +2 per quest’ultimo a garantirgli il bronzo.
Seconda categoria all’insegna del bergamasco accasato al Bergamo trap team Giuseppe Ghilardi con 3 serie fotocopia di ottima levatura. Tanto di cappello comunque anche ai suoi più diretti antagonisti Luca Birolini e Mario Scattini classificatisi nell’ordine alle spalle di Ghilardi dopo i tempi supplementari.
Ancora un minimo scarto quale comun denominatore a fare la differenza anche tra i Terza categoria con sul gradino più alto l’alfiere bresciano del Tav Valle Duppo di Lodrino (BS) Luca Morabito che, grazie anche a quel bonus in più rispetto all’argento Giacomo Segala, è riuscito ad ammortizzare gli effetti negativi di quel 21/25 della prima serie.
Per il bronzo, a spuntarla dopo uno spareggio a 4 tiratori è stato Damiano Cucchi che si è lasciato alle spalle Paolo Bertoni, Maurizio Moioli e Massimo Canina.
Otto titoli italiani tra individuali e a squadre in diverse specialità e 2 titoli regionali lombardi, questo il biglietto da visita del Veterano di San Giorgio di Legnano (MI) Carlo Polo. Pronostico tutto sommato rispettato con la vittoria del portacolori del Tav Belvedere di Uboldo che, serie dopo serie è andato sempre in crescendo vanificando così le rincorse al titolo di Fernando Caim e di Paolo Cesare Gallina.
Altrettanto bella la gara dei Master con il successo dell’alfiere del Tav Lovere Romano Paoli che, a denti stretti, è riuscito a vincere lo sprint che lo ha visto protagonista unitamente al presidente del Tav Belvedere di Uboldo Danilo De Marchi e a Gianfranco Mosca.
Buona la prova del giovane allievo bustese del Tav Fagnano Valle Olona Federico Baratelli che spara da 2 anni e già si mette in bacheca il titolo regionale del Settore Giovanile mentre la Lady bresciana di Concesio del San Fruttuoso Catia Cunio, dopo l’argento della passata stagione, questa volta non ha avuto rivali così come chiara è stata la vittoria di Angelo Felice Pozzi tra i Disabili.

Classifiche
Società
1) San Fruttuoso 407/450; 2) Tav Belvedere 404; 3) Poggio Dei Castagni 401; 4) Concaverde 400.
Eccellenza:
1) Graziano Borlini 71/5; 2) Roberto Armani 70; 3) Claudio Armiraglio 69.
Prima categoria:
1) Renato Ferrari 72/75; 2) Dario Premoli 71; 3) Cristian Filippi 70+2.
Seconda categoria:
1) Giuseppe Ghilardi 72/75; 2) Luca Birolini 71+1; 3) Mario Scattini 71+0.
Terza categoria:
1) Luca Morabito 71/75; 2) Giacomo Segala 70; 3) Damiano Cucchi 68+2.
Veterani:
1) Carlo Polo 71/75; 2) Fernando Caim 70; 3) Paolo Cesare Gallina 69.
Master:
1) Romano Paoli 64/75; 2) Danilo De Marchi 63+1; 3) Gianfranco Mosca 63+0.
Settore Giovanile:
1) Federico Baratelli 65/75; 2) Nicola Leali 63+4; 3) Federico De Micheli 63+3.
Lady:
1) Catia Cunio 65/75; 2) Lidia De Maio 54.
Disabili fisici:
1) Angelo Pozzi Felice 65/75; 2) Fernando Bulgheroni 61; 3) Antonio Pesenti 60.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017