Campionato regionale di Fossa Olimpica: girone di ritorno a gonfie vele

26 gennaio 2014
Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..

Dopo il giro di boa, anche la prima giornata di ritorno delle fasi di qualificazione alla finale del campionato regionale invernale lombardo mantiene intatte le sue brillanti caratteristiche, regalandoci grande soddisfazioni sia di carattere strettamente tecnico che in fatto di adesioni.

Grazie anche alle benevole condizioni atmosferiche, la presenza media fatta registrare nel corso delle 5 prove si è assetata a quota 350 tiratori per ciascuna giornata di gare che, ricordiamo, si disputano in contemporanea nei settori Est e Ovest, coinvolgendo di fatto quasi tutti gli impianti tiravolistici del territorio.

Un campionato 2014, quello messo a punto dallo staff tecnico dirigenziale della Fitav Lombardia, con alla consolle l’infaticabile Santo Falanga, che sta dunque incontrando così grandi favori, primo su tutti il Delegato della Federtiro lombarda Daniele Ghelfi.

Non solo i dati che ci pervengono ogni settimana sono il termometro di questo momento assai positivo per la Fitav Lombardia, ma anche per quanto concerne il numero di tiratori che già si sono tesserati con noi il discorso non cambia”. Così il Delegato lombardo Daniele Ghelfi che sottolinea come in meno di 2 mesi si è raggiunta quota 1.500 iscritti.

Oltre a elogiare la sportività e i risultati in pedana dei tiratori impegnati nella kermesse e la professionalità dei giudici di gara, da registrare anche l’impegno da parte dei centri che ospitano questo tour che vivrà i suoi momenti più salienti nella finale sui 75 piattelli programmata per domenica 23 febbraio sulle pedane del Concaverde di Lonato del Garda.

Le società – ha aggiunto Daniele Ghelfi – hanno avuto un ruolo fondamentale in questo successo e sono a loro volta soddisfatte”.

Bene, anzi benissimo la Fossa Olimpica, bene anche il Double Trap, mentre ha fatto segnare qualche sofferenza lo Skeet. I dati che ci pervengono nel frattempo dalla Fossa Universale, dopo la prima delle due prove in calendario sabato e domenica scorsa, parlano di un ennesimo record di presenze. Ad Arluno, infatti,  hanno gareggiato 112 tiratori contro i 79 fatti registrare nella passata edizione”.

I record, recita un antico adagio, sono fatti per essere superati e la mentalità della grande famiglia della Fitav Lombardia, dai tiratori, passando per i dirigenti dei vari sodalizi, ai giudici di gara e via discorrendo viaggia su questa lunghezza d’onda.

Ancora presto per dispensare pronostici sui papabili agli scudetti regionali  in palio,  tanti sono i tiratori in grado di scompaginare ogni previsione, così come per i gradini del podio delle Società.

Dalla sesta all’ottava prova, inoltre, a rendere il campionato regionale lombardo ancor più accattivante saranno i bonus di 1 piattello per ciascuna gara in palio per i tiratori che non si fermeranno al quota minima delle 5 prove valide sulle 8 previste per accedere alla finale.

Una dote quindi di 3 piattelli per i più “fedeli”, che verranno sommati al punteggio ottenuto nel corso della finale e che potrebbero pesare come macigni.

Campionato dunque ancora vivo e imprevedibile, che lascia aperte tutte le porte e non mancherà di regalarci ancora tante emozioni fino all’ultimo piattello dell’ultima serie. Già solo per questi motivi val la pena di essere tra i protagonisti di questi magici momenti che lo sport del tiro a volo riesce sempre a dispensare a piene mani.

Classifica per Società  dopo la 5 prova.

Zona Ovest:
1) Uboldo p. 1.382; 2) Eurotrap p. 1.375; 3) Mesero p. 1.364; 4) Arluno p. 1.341; 5) Fagnano p. 1.332.

Zona Est:
1)
Concaverde p. 1.344; 2) San Fruttuoso p. 1.324; 3) Poggio dei Castagni p. 1.292; 4) Trap Tim Bergamo p. 1.274; 5) Mattarona p. 1.248; 6) Top Ten p. 1.179; 7) Cieli Aperti p. 1.188; 8) Lovere p. 1.149.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017