“#GiovanieCampioni”, Parata di big al Concaverde.

7 novembre 2013

Metti una cinquantina di giovanissimi tiratori e un numero impressionate di grandi big del tiro a volo da pelle d’oca tutti insieme in un happening di caratura planetaria e, una volta shakerato ben bene il tutto, otterrai “#GiovanieCampioni”, un mix dell’eccellenza del tiro a volo nel mondo unico quando imperdibile. E’ quanto accadrà, al Concaverde di Lonato del Garda martedì 12 novembre con la presenza in simultanea di 9 medagliati olimpici, 12 iridati e tanti campioni europei e nazionali. Un evento dal sicuro impatto mediatico, tanto forte da far tremare i polsi, reso possibile dalla stretta collaborazione tra la Beretta Armi di Gardone Valtrompia, la Fiocchi munizioni di Lecco e dalla Federazione Italiana Tiro a Volo. Saltiamo i preamboli e passiamo subito all’elenco degli atleti delle 3 specialità olimpiche della disciplina attesi nel mega centro di tiro a volo del basso Garda, a iniziare dagli olimpionici Giovanni Pellielo, Jessica Rossi, Vincent Hancock, Kimberly Rhode, Chiara Cainero, Ennio Falco, Walton Eller, Francesco D’Aniello e Giovanni Cernogoraz, per proseguire poi con gli iridati Georgios Achilleos, Jasper Hansen, Juan Josè Aramburu, Marco Innocenti, Erminio Frasca, Josip Glasnovic e via discorrendo. La scuderia Beretta schiera dunque tutta la sua potenza di fuoco sparsa nel mondo intero, con in testa Giovanni Pellielo, che vanta 2 argenti olimpici (Atene 2004 e Pechino 2008), un bronzo a Londra 2013, 4 titoli mondiali (l’ultimo vinto nelle scorse settimane a Lima in Perù), 2 titoli europei e 8 titoli tricolore, con al suo fianco Jessica Rossi, oro olimpico e recordman mondiale a Londra 2012, 2 titoli iridati e 3 titoli continentali. Che dire poi del croato di Cittanova (Novigrad) Giovanni Cernogoraz, che nel 2012, oltre all’oro a Cinque cerchi a Londra si è laureato campione europeo a Larnaca e di Chiara Cainero, la neo mamma specialista udinese di Tavagnacco dello Skeet che ricordiamo oro olimpico a Pechino 2008 e 3 volte campionessa europea. Sempre nello Skeet, ecco il numero uno del ranking mondiale Vincent Hancock, il giovane atleta americano di Eatonton che di ori olimpici ne vanta ben 2 (Pechino 2008 e Londra 2012) cosi come di titoli iridati (Lonato 2005 e Maribor 2009), oltre una serie di record mondiali, il più importanti dei quali stabiliti proprio sulle pedane del Concaverde nella terza prova di Coppa del Mondo del 2007 con un 125/125nelle qualificazioni e un 25/25 in finale per un totale di 150/150. Andiamo in crescendo, con la statunitense Kimberly Rhode, con al collo 3 ori olimpici, ovvero quello dello Skeet a Londra 2012 e quelli di Atlanta 1996 e Atene 2004 nel Double Trap. Suo anche il titolo iridato del 2010 a Monaco. Skeet ancora in primo piano con il capuano Ennio Falco, oro olimpico ai Giochi di Atlanta 1996 con in bacheca anche 5 titoli europei, per tornare al Double Trap dove a emergere è lo statunitense Walton Eller, 2 volte iridato (Lima 2013 e Nicosia 2008) e trionfatore ai Giochi di Pechino nel 2008 per passare poi a Francesco D’Aniello, il poliziotto di Nettuno che, sempre nel Double Trap, ha conquistato un argento olimpico (Pechino 2008) oltre a 2 titoli mondiali nel 2007 a Nicosia e nel 2009 a Maribor in Slovenia e 2 titoli continentali (Osijek 2009 e Kazan 2010). Tanti ancora gli allori vinti dai fuoriclasse del tiro a volo mondiale presenti al Concaverde che andrebbero citati. Ultimo in ordine di tempo, il titolo iridato vinto nei giorni scorsi da Luigi Agostino Lodde nella seconda edizione del Coordinamento Internazionale dello Sport Militare a Doha in Qatar. E’ dunque questo il “D-day” da appuntarsi sul calendario per recarsi al Concaverde e poter vedere all’opera questi grandi big in pedana, con al fianco 48 giovanissime promesse dello nostro sport.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017