Lonato, finale camp. regionale estivo FO

2 luglio 2013

Regionale di Fossa Olimpica
per Seconda, Terza, Veterani e Master.
Gran finale al Concaverde con Zavattaro,
Barcella, Bresciani e Pillinini campioni lombardi.

Superata quota 230 tiratori, in rappresentanza delle categorie Seconda e Terza e delle qualifiche Veterani e Master, nella terza e ultima prova del Campionato regionale estivo lombardo di Fossa Olimpica disputatosi domenica 30 giugno al Concaverde di Lonato del Garda.
In palio, oltre ai titoli regionali, anche i “pass” per l’accesso alle finali tricolore di categoria, fattore questo che ha contribuito a rendere ancor più pepata questa volata conclusiva dopo le prove disputatesi, tutte sulla distanza dei 100 piattelli con barrage finali, al Tav Belvedere di Uboldo e sulle pedane del centro Cieli Aperti di Cologno al Serio, con la possibilità di scartare la prova meno performante.
Impeccabile, in questi frangenti, l’operato del responsabile Fitav regionale del campionato Pietro Saquella e dei numerosi Direttori di Tiro che si sono impegnati con grande professionalità durante tutto il circuito della riuscitissima kermesse.
Ad appuntarsi sul petto gli scudetti regionali, dopo il computo conclusivo effettuato dal delegato provinciale Fitav di Milano Santo Falanga, con Giuseppe Lazzaretti quali supervisori d’eccezione, sono stati il Seconda categoria Carlo Zavattaro, il Terza Giorgio Barcella, il Veterano Giuseppe Bresciani e il Master Mario Pillinini.
Le classifiche, stilate a “penalità”, hanno evidenziato come questo sentito e partecipato Campionato lombardo sia stato vissuto dai tiratori con grande passione e dedizione, con minimi scarti e, in molti casi, facendo ricorso agli spareggi per determinare i vari gradini del podio.
Titolo certo tra i Seconda per l’alfiere di Magnago del Tav Il Campanile di Mesero Carlo Zavattaro, intenzionato a tornare tra i Prima categoria con l’intento di restarci a lungo, che quest’anno si è messo in particolare evidenza vincendo, tra l’altro, il sentitissimo “Memorial Luigi Garavaglia” a Mesero.
Per Zavattaro, è stato quello il più bel giorno del 2013:”Ci tenevo moltissimo a scrivere il mio nome per primo sull’albo d’oro di questo Memorial per ricordare un amico e al contempo una grande persona dalle grandi doti umane, che tanto ha fatto per il tiro a volo.”
Stabilito il gradino più alto e la seconda piazza, appannaggio del tiratore del Tav Lovere Daniele Crotti, a condensi il terzo posto sono stati Dario Righi (Tav Belvedere) e Nazzareno Pagliaroli (Cieli Aperti), con quest’ultimo a vincere il barrage per il bronzo.
Decisamente al calor bianco la disputa a 2 per lo scudetto dei Seconda categoria e quella per il terzo posto, con in lizza ben 6 contendenti.
Primo titolo regionale sofferto quanto meritato per il portacolori del Tav Bergamo di Villa di Serio Giorgio Barcella, che nello spareggio è riuscito ad avere la meglio su un ostico avversario quale si è sempre dimostrato i tiratore del Tav Belvedere Sebastiano Palumbo.
Per quanto concerne lo spareggio a 6 tiratori per il bronzo, successo del rappresentante del Concaverde Luigi Gasparotti.
Concaverde che si prende la rivincita grazie al Veterano Giuseppe Bresciani, capace di bissare il titolo regionale di categoria della passata stagione senza troppi patemi.
Che il tiratore bresciano di Bagnolo Mella fosse in forma smagliante, con una serie di risultati a dir poco brillanti che ne hanno caratterizzato fin qui l’intera stagione era noto a tutti, e questo alloro regionale altro non è che la ciliegina su una torta già ben guarnita.
Secondo posto per il tiratore varesino del Tav Belvedere Giuliano Ferrari, che con il minimo scarto, è riuscito ad avere la meglio sul portacolori del Tav Arlunese Dino Pavan, altro tiratore di vaglia, che alla vigilia del campionato risultava tra i più gettonati.
Quasi non fa più notizia il successo tra i Master del versatile tiratore di Varese e portacolori del Tav Belvedere Mario Pillinini, che tra le altre cose, a Granada in Spagna, ha recentemente conquistato il titolo europeo a squadre vestendo i colori azzurri della nazionale della Fossa Universale.
Alle sue spalle, il presidente del sodalizio varesino di Uboldo Danilo De Marchi mentre, per il bronzo, si è andati ai supplementari con in pedana Gianfranco Mosca e Sergio Farè, a loro volta accasati al Tav Belvedere come Pillinini e De Marchi. A salire sul terzo gradino del podio è stato Bronzo Gianfranco Mosca per un podio, e oltre, tutto varesino.
Adesso che anche i “Bonus” per le finali nazionali di categoria sono stati assegnati, non resta che attendere e confidare sui nostri validi rappresentanti per altrettante auspicabili belle performance nelle prove tricolori, che sono decisamente alla loro portata.

-Risultati della terza prova-

Seconda categoria:
1) Francesco Giardino 94/100+24/25; 2) Daniele Crotti 95+22+5; 3) Dario Righi 94+23+4.
Terza categoria:
1) Giorgio Barcella 92/100+23/25+2; 2) Giovanni Guzzi 92+23+1; 3) Glauco Bonoldi 93+21+3.
Veterani:
1) Antonino Sulfaro 92/100+24/25; 2) Giuseppe Bresciani 90+22+7; 3) Dino Pavan 91+21+6.
Master:
1) Mario Pillinini 92/100+22/25; 2) Sergio Farè 84+21+1; 3) Giovanni Tondo 86+19+0

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017