Supremazia della Forestale in Coppa Campioni

15 ottobre 2012

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..

Lonato del Garda – Ci hanno provato in tanti, Fiamme Oro e Azzurre comprese, a interrompere l’egemonia del dream team del Gruppo Sportivo della Forestale che, per la quarta volta consecutiva, ha respinto tutti gli attacchi andando a vincere la nona edizione della Coppa Campioni 2012 per società.
Splendido teatro della kermesse tricolore il Concaverde di Lonato del Garda che, con il record di società al via che si sono misurate sulla distanza dei 75 piattelli a cui vanno aggiunti i 25 lanci del barrage finale per le migliori 9 società. Allo Start, infatti, si sono presentate 61 squadre, per un torale di 366 tiratori + riserve, contro le 56 della passata edizione e le 54 della precedente, si appunta al bavero l’ennesima stella al merito tecnico – organizzativo. Ottima la direzione di gara del coordinatore Flavio Malosio ben coadiuvato da Refes Pietro Saquella.
Prima di dar spazio al alcuni cenni di cronaca di questa manifestazione che, di fatto chiude la stagione agonistica tricolore su tutto il territorio italiano, vogliamo cogliere questa considerazione di professionalità da parte dei nostri centri con il Presidente regionale della Fitav Lombardia Daniele Ghelfi.
“La Lombardia non che essere orgogliosa per quanto ha organizzato anche quest’anno a livello nazionale. Sui nostri impianti, abbiamo ospitato numerose finali di Campionati italiani per società, Coppa Italia, finali nazionali giovanili e tanto altro ancora. A livello internazionale, ricordiamo il magico appuntamento con la prova di Coppa del Mondo delle specialità olimpiche oltre all’Europeo di Fossa Universale. Il tutto senza dimenticare l’intensa attività a livello regionale con numeri di partecipazione notevoli. Abbiamo mantenuto il numero dei tesserati dello scorso anno e questo sta a significare che stiamo operando bene e spero mi sia data la possibilità di ripetere, auspicandomi di migliorare questi dati, anche nel 2013”.
Riavviciniamoci all’evento in corso, ovvero questa spumeggiante edizione della Coppa Campioni per società. “La Lombardia e, come in questo caso il Concaverde, continuano a macinare record su record tanto che questi risultati, per molti obbiettivi agognati, sono quasi entrati nella normalità ma, vi assicuro che così non è. Sono questi importanti segnali di apprezzamento che giungono da più fronti, a iniziare dalla Fitav nazionale fino ai singoli tiratori e dalle società di tutta Italia e… scusate se è poco”.
Un “ fuori onda” questo, mentre sui vari campi continua il susseguirsi dei tiratori che terminano la loro prova e lasciano spazio in pedana alle altre formazioni, quasi fosse un moto perpetuo dai ritmi cadenzati, ordinati e senza frenesia di sorta.
Grandi big a catalizzare l’attenzione e anche tante giovani stelle nascenti, come nel caso del Cas Concaverde, in questo algoritmo dalle mille sfaccettature, dove all’apparenza non ci sono problemi da risolvere ma il numero finito di lanci ne crea a posteriori.
La grande novità è stato l’esordio quale c.t. della Forestale dell’oro olimpico dello Skeet Ennio Falco che è nell’occasione subentrato al carismatico ispettore Piero Alisciani, ben meriterebbe un monumento.
Battute iniziali, con 16° al suolo tutte favorevoli ai portacolori del Tav Sant’Uberto (142/150), al Tav Zevio (139) e soprattutto alle Fiamme Oro che con il loro 138/150 lanciano di fatto il guanto di sfida agli “imbattibili” della Forestale che sono sotto di un piattello.
Classe A+++, ovvero il meglio ed anche il voto per il sestetto della Forestale formato da Daniele Lucidi, Emanuele Bernasconi, Giulio Fioravanti, Rodolfo Viganò, Giuseppe Ciccarelli e Federico Fanali nella seconda serie con un 146/150 sbalorditivo.
Eccoli dunque saldamente al comando ma le sorprese sono appena iniziate visto che nel round successivo ad emulare il loro punteggio troviamo le Fiamme Oro con in pedana Mauro De Filippis (miglior punteggio in assoluto con 98/100 a fine gara), Erminio Frasca, Simone Lorenzo Prosperi, Mario Verrengia, Carlo Mancarella e Jessica Rossi.
Nel frattempo, zitti zitti, da segnalare la tenuta del Tav Sant’Uberto (Spartaco Battista, Giancarlo Pinardi, Antonello Iezzi, Vincenzo Iacobone, Giovanni Di Marzio, Orlando Galassi) e del Tav Torretta (Giuseppe Lota, Sandro Guadagnolo, Maurizio Annaloro, Paolo Putano, Fabio e Pierluigi Sollami). Società, queste, ancora in piena bagarre per un posto sul podio a qualche spicciolo di piattelli dal provvisorio terzo posto della corazzata della Fiamme Azzurre con il mitico Giovanni Pellielo, Adriano Lamera, Marco Panizza, Alberto Bartoli, Gianluca Viganò e Giulia Pintor.
Con 4 piattelli di vantaggio sulle Fiamme Oro, 11 sulle Fiamme Azzurre, 13 dal Tav Torretta 15 dal Tav Zevio e 16 dal Tav Sant’Uberto, la Forestale affronta il barrage decisivo ma, a differenza di passate edizioni, con qualche patema in più.
Pochi, davvero molto pochi i 4 piattelli di differenza dalle Fiamme Oro per la Forestale, che sente il fiato sul collo e il calore avvicinarsi proprio nelle battute conclusive.
Adusi a spegnere tutte le “Fiamme”, anche questa volta gli atleti della Forestale sono comunque riusciti a domare tutto e tutti portandosi a casa la prestigiosa coppa e altri 6 scudetti tricolore da cucirsi addosso.

Classifica: 1) Forestale 567/600; 2) Fiamme Oro 565; 3) Fiamme Azzurre 552; 4) Tav Zevio 546; 5) Tav Torretta 543; 6)Tav Sant’Uberto 537; 7) tav Pecetto 531; 8) Tav Conselice 530; 9) Tav Umbriaverde 526

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017