Regionali estivi di Compak e Fossa Universale: partenza a …. freddo.

10 aprile 2012

Questa volta, non c’è stato tempo di scaldare i motori per le prime prove dei Campionati regionali estivi di Compak e Fossa Universale visto il brusco calo delle temperature di pasquetta che non hanno risparmiato i campi di Fagnano e del Concaverde di Lonato, sono si sono disputate le prime due prove del circuito regionale.
In palio, oltre ai titoli regionali individuali e di società, anche i pass per la finale tricolore.
Anche per questo motivo, unito al lungo ponte pasquale, la partecipazione alle gare non è stata così massiccia con 39 presenze nel Compak e 71 alla kermesse della Fossa Universale.
Con la colonnina di mercurio a +5 gradi e spiccioli a Fagnano e giusto qualcosa in più nel pomeriggio, ad iniziare bene questa marcia di avvicinamento alla prova conclusiva, in calendario per il 24 giugno al San Fruttuoso, è stato soprattutto il Tav Bergamo che, nella classifica provvisoria delle società si è portata al comando con il punteggio di 188/225, ben 10 piattelli in più dei padroni di casa del Tav Fagnano e 20 dal Tav Ghedi, incalzato a quota 167/225 dal Tav Arlunese mentre più staccati, con 161/225, troviamo le Rondinelle Azzurre.
Per quanto concerne le prove individuali, l’Eccellenza Pasquale Gabbiadini si è portato in testa con 62/75 seguito da Roberto Ardesi con 57/75.
Il terzetto dei Prima, vede momentaneamente al comando Adriano Contrini (64/75) tallonato comunque d’appresso sia da Riccardo Pizzini (62/75) che da Davide Scotti con 60/75.
Scarti minimi anche per il trio dei Seconda, dove a detenere la provvisoria leaderschip è Raffaele Brusadelli (62/75) che ha allungato il passo rispetto ai suoi diretti antagonisti, Michele Valota e Roberto Fagioli, entrambi a quota 58/75.
Ancora un terzetto in gara nei Terza categoria con al comando Roberto Suppa (60/75) che non può certo abbassare la guardia visto che a controllarlo a vista troviamo Guido Annibale e Stefano Rigamonti, rispettivamente con 58/75 e 56/75.
Veterani alla ribalta con Peppino Manfredi in testa (53/75) che avrà il suo bel daffare nel tenere a debita distanza un coriaceo Filippo Pugliese, al momento a quota 51/75, per nulla intenzionato a farsi da parte anzitempo. Terzo posto per Daniele Parolini con 39/75. Per quanto concerne le Lady e il Settore Giovanile, gare solitarie per Ana Cecilia Petagine (41/75) e Luca Campagnoli, che ha fatto comunque registrare un più che apprezzabile 61/75.
Passiamo adesso alla Fossa Universale, il ci campionato si articola in sole 3 prove, due delle quali valide, e quindi particolarmente interessante per quanti già nella gara di esordio sono riusciti a mettere fieno in cascina.
E’ questo il caso di Dario Premoli e Franco Sozzani tra i Prima categoria che sono balzati a condurre con due bei 48/50. Quando il risultato di Sozzani pareva già il migliore di giornata, nel pomeriggio, o meglio proprio nelle ultime serie ecco l’acuto di Premoli. A strappare loro il miglior risultato della classifica generale, ci ha poi pensato l’Eccellenza bresciana di Lumezzane, già Campione europeo e pluri medagliato della specialità Vittorio Taiola con un 49/50 viziato da un solo zero, peraltro evitabilissimo da un campione di tal fatta, nel corso della prima serie.
Gran bella anche quella di Renzo Quarti tra i Seconda categoria con un eccellente 48/50 che lo vede, di fatto, già in fuga. A tentare un difficile riaggancio fin dalla prossima prova, sono chiamati Fabio Palombi, Carlo Alessandro Negri e Giovanni Reitano, tutti a quota 45/50.
Scarti minimi tra i Terza categoria con Giordano Maccarinelli in testa grazie al bel 47/50 ma con incollati Carlo Guido Penatti e il temutissimo Danilo Pilotti a un solo piattello di distanza.
Provvisoria pole position per Bruno Sabattoli e Giuseppe Pietta tra i Veterani, entrambi con 44/50 e minacciati da un nugolo di contendenti a quota 43/50.
Si profila un bel duello tra Mario Barbieri e Marco Vaccari tra i Master, rispettivamente con 47/50 e 46/50 dove, a fare da terzo incomodo troviamo un coriaceo Giuseppe Bresciani (45/50), pronto ad approfittare della benchè minima sbavatura dei suoi avversari.
Passiamo adesso al Settore Giovanile, dove a giocarsi il titolo regionale saranno certamente Nicolas Bozzoni (43/50) e Andra Vezzoli (40/75) ma dobbiamo spezzare una lancia per il giovanissimo Lorenzo Ferrari, praticamente alle prime armi, che sta dimostrando grinta e volontà da vendere. Il suo 26/50 è dunque da considerare qale risultato di un propedeutico avanzamento di… carriera. Per la qualifica Lady, successo di tappa in solitaria per Eleonora Berneri con 37/50.
Per quanto riguarda invece le Società, scintille a gogò tra il Tav Concaverde (Alessandro Forelli, Danilo Pilotti, Giuseppe Bresciani, Ernesto Berneri) e il Poggio dei Castagni (Vittorio Taiola, Giuseppe Pietta, Fernando Caim, Giordano Savoldini) che hanno chiuso rispettivamente la prova con i punteggi di 180/200 e 179/200. Risultati importanti, certo, ma che non devono farli adagiare sugli allori visto che ad inseguirli con determinazione troviamo il Tav Melzo formato da Santo Platarotti, Carlo Alessandro Negri, Marco Semeraro e Luigi Zanenga con 174/200 e il temutissimo quartetto del Tav Mesero (Franco Sozzani, Guido Carlo Penatti, Carlo Tartaglia, Santo Falanga) con 174/200 oltre ai mantovani del San Fruttuoso (Giordano Maccarinelli, Renato Ferrari, Ezio Taurisano, Andrea Vezzoli) con 173/200.
Un campionato, questo, che rimane comunque avvincente in alcune categorie e qualifiche, che non mancherà du regalarci tante sorprese.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017