Assemblea Regionale e Premiazione atleti

28 dicembre 2011

MILANO Oltre 70, tra presidenti e dirigenti di società, delegati provinciali e atleti, si sono ritrovati martedì 27 dicembre presso la sala conferenze del Coni regionale a Milano in occasione della riunione del Consiglio federale della Fitav Lombardia. E’ stata questa, anche l’occasione per premiare una trentina di atleti particolarmente distintisi in campo nazionale e internazionale sia nella Fossa Olimpica, che nello Skeet, Double Trap, Fossa Universale, Fintello e Compak
Il momento, questo, decisamente più accattivante dell’appuntamento, valorizzato dalla presenza del Presidente del Coni regionale lombardo Pier Luigi Marzorati, pluri campione europeo, italiano e bandiera storica e icona della mitica squadra di Basket di Cantù che, in prima persona, ha poi proceduto alla consegna dei riconoscimenti.
Al suo fianco, il presidente della Fitav Lombardia Daniele Ghelfi con i Consiglieri Santo Falanga, Giuseppe Lazzaretti, il Giudice unico regionale Armando Pozzi e i Delegati provinciali Fitav della Lombardia.
Tutto questo, non prima che Marzorati si complimentasse, con tiratori e dirigenti lombardi, per quei valori e i risultati che riescono a ottenere, tenendo alto il vessillo dello sport italiano nel mondo intero.
Consiglio regionale, si diceva, che inizia presto con tanta carne al fuoco, sia in fatto di novità normative che chiarimenti tecnici, con alla consolle il presidente della Fitav Lombardia Daniele Ghelfi, pronto ad esporre il tutto ed esaudire, ad onor del vero poche sollecitazioni. i chiarimenti viste le modalità esaustive e ricche di particolari che Ghelfi ha saputo illustrare alla peraltro qualificata platea.
Dalle novità sul prezzo della tessera Fitav per la stagione 2012, che verrà obbligatoriamente estesa anche ai tiratori stranieri, passando ai costi consigliati per la marca piattello fino alle procedure da adottare fin da subito per quanto concerne gli eventuali accertamenti fiscali da parte dell’Agenzia delle Entrate.
Ghelfi, ha tenuto a sottolineare quest’ultimo punto alle Associazioni Dilettantistiche, ricordando ai presenti alcuni obblighi di base. Statuto Fitav della Società approvato dalla Fitav, il libro soci, il libro delle assemblee con il bilancio approvato, il libro riunioni dei Consigli direttivi e la necessità, ogni anno, di rinnovare presso il Coni regionale l’iscrizione al registro della Società Dilettantistiche entro il 28 febbraio.
Ma questi, sono solo alcuni aspetti degli obblighi che le società sono chiamate ad ottemperare visto che ad essi va sommato il registro dei corrispettivi, con relativa enunciazione di relative entrate, comprese le ricevute per i premi assegnati.
Più semplice a farsi che a dirsi, comunque, visto che di prassi ormai consona si dovrebbe parlare, seppure rammentarlo non guasta mai.
Ghelfi, ha poi fatto il punto delle sovvenzioni giunte e, in gran parte già distribuite ai vari centri, da parte della Fitav nazionale e del Coni Lombardia. Proprio su questo ultimo aspetto, pare che presto arriverà una ulteriore sovvenzione che, parola di Marzorati, andrà a sommarsi alla precedente e dare quindi una ulteriore “boccata di ossigeno” a tutto il movimento.
Dalle normative finanziare a quelle più strettamente legate alla attività agonistica sui campi di tiro a volo il passo è stato breve.
Ecco spuntare la necessità di una maggiore attenzione, in particolare per le segreterie, di spuntare nei tabulati la scelta dei tiratori, ovvero quella di scegliere se partecipare alle gare con montepremi per la categoria o la qualifica. Questo con il duplice scopo di far chiarezza e ragionare poi sui passaggi e le retrocessioni.
Altro aspetto importante, che Ghelfi ha tenuto a stigmatizzare, è stata la necessità di non divulgare programmi gara se non dopo l’approvazione ufficiale da parte dei Delegati provinciali, dalla Fitav Lombardia o della Fitav nazionale, a seconda della tipologia di gara richiesta.
Un ultimo accenno in merito alla sopravvivenza dei Delegati provinciali, dopo che il Coni ha deliberato la chiusura delle delegazioni provinciali si tutto il territorio nazionale nel 2012, Ghelfi non ha mancato di sottolinearlo. “Preciso, dopo le ultime novità, che alcune modifiche alle voci trapelate nel mese di ottobre potrebbero presto arrivare. Non un cambio di rotta, forse, ma una elasticità fattibile da parte dei Comitati regionali. A mio avviso, l’importanza che le delegazioni provinciali della Fitav sono di vitale importanza e mi batterò affinchè, pur conscio che in alcune realtà si possa e si debba ridimensionarle, queste realtà sopravvivano e continuino a operare sul territorio in stretta collaborazione con il Comitato regionale.”
Spazio ai giovani con una maggiore sensibilità da parte di quelle società che hanno percepito contributi per il Settore affinchè questa loro vicinanza verso i giovani atleti che rappresentano il futuro della disciplina, si traduca nel concreto con vie preferenziali nel corso di allenamenti e gare al fine di alleggerire i costi sempre più pressanti e infondere il giusto spirito di partecipazione sia ai tiratori che alle loro famiglie che credono nei valori che il Tiro a Volo riesce trasmettere a piene mani.
“Siamo a quota 2.856 tesserati – ha aggiunto Ghelfi- e vorrei tanto che, in questo anno olimpico ormai alle porte, si toccasse quota 3.000. I dirigenti delle nostre Società, hanno nel loro DNA le potenzialità e tutta la professionalità necessaria per raggiungere questo obiettivo e andare anche oltre. Sarà questo un successo per tutti, anche per rimanere agganciati ai piani alti del Tiro a Volo in Italia, dato di fatto incontestabile che, anche moralmente, ci sprona e sono certo sapremo insieme vincere anche questa sfida”.
Tempo di premiazioni, dunque, prima del “rompete le righe” come tanti messaggi augurali e scambio di cortesie tra i partecipanti, mentre già il pensiero vola verso le pedane da tiro con l’imminente avvio dei Campionati regionali invernali lombardi, vetrina di prim’ordine sia per i tiratori, alla caccia dei titoli regionali e le qualificazioni al Campionato italiano, per le Società e per la stessa Fitav Lombardia, chiamata a tenere alta la sua leaderschip in fatto di serietà, moralità e competitività.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017