Regionale invernale di Fossa Olimpica- Terza prova: Belvedere Uboldo e Pezzaioli allungano il passo.

13 Gennaio 2020

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Oltre 350 i tiratori che, nell’ultimo fine settimana, si sono confrontati nel corso della terza delle otto prove di qualificazione del Campionato regionale invernale lombardo di Fossa Olimpica, suddiviso nelle zone Est ed Ovest, in vista della finale del 23 febbraio al Trap Concaverde di Lonato del Garda.
Ad ospitare le 2 kermesse, articolate sulla distanza dei 50 piattelli ciascuna, sono stati i centri del Tav Fagnano per la zona Ovest ed il moderno quanto accogliente scenario bergamasco del Tav Cieli Aperti di Cologno al Serio per la zona Est.
Pronostici rispettati in parte nel confronto tra le società, dove sono i migliori 6 tiratori di ciascun sodalizio in gara a dettare l’agenda, ovvero “la creme della creme” che di gara in gara muta e si arricchisce di nomi nuovi, con l’estro, il brio e la vivacità del sempre accattivante duello per le due leadership (Est ed Ovest) tra gli alfieri del Tav varesino Belvedere di Uboldo e il sodalizio bresciano del Trap Pezzaioli di Montichiari.
Se sono loro ad occupare momentaneamente i rispettivi gradini più alto del podio virtuale, alle loro spalle sta prendendo corpo un inseguimento a capo chino da tenere d’occhio, con non pochi team tra i protagonisti che stanno dimostrando, semmai ce ne fosse stato bisogno, di avere le carte in regola per poter competere a testa alta con i 2 team più accreditati.
Ci riferiamo ai portacolori del Tav Milano Trap e dell’Accademia Lombarda ad Ovest e ai Tav Cieli Aperti ed ai mantovani del San Fruttuoso di Castel Goffredo ad Est, A livello individuale, ricordando che già dalla passata edizione si gareggia anche per il titolo di campione regionale della zona di appartenenza e si potranno scartare le 3 prove meno performanti, a far segnare i migliori risultati sono stati, nella zona Ovest, il Prima categoria Crispino Gagliardi dell’Atavic Mesero e l’esponente del Tav Milano Trap Ivan Ciatto con il punteggio di 49/50.
Distanziati di un piattello, troviamo poi Alfredo Cassoni del Tav Fagnano e l’Eccellenza Gianfranco Merigo, transitato quest’anno dall’Accademia Lombarda al Tav Milano Trap.
A firmare i punteggi più elevati della zona Est, con 48/50, sono stati il Prima categoria del Tav Cieli Aperti Giacomo Variani e il Seconda categoria delle Rondinelle Azzurre di Gambara Roberto Plodari.
Nella loro scia, con 47/50, troviamo Federico Checchi, Oreste Priori, Dario Induni, Andrea Fratus, Massimo Gosio e Gianluca Cabrioli,
L’appuntamento con la quarta prova, e siamo dunque a metà del guado per quanto concerne la Fossa Olimpica, è in programma domenica 19 gennaio a Uboldo per la zona Ovest e nelle giornate di venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 gennaio al Tav Gambara per i tiratori inquadrati nella zona Est, il tutto sempre sulla distanza dei 50 lanci.

Società (classifiche provvisorie)
Zona Ovest: 1) Tav Belvedere-Uboldo 796/900; 2) Milano Trap 784; 3) Accademia Lombarda 780; 4) Fagnano 771; 5) Atavic Mesero 770; 6) Arlunese 739; 7) Eurotrap 683.
Zona Est:  1) Trap Pezzaioli 849/900; 2) Cieli Aperti 806; 3) San Fruttuoso 794; 4) Trap Concaverde 780; 5) Mattarona 768; 6) Rondinelle Azzurre 743; 7) Tav Bergamo 724; 8) Cus Brescia 682.

CALENDARIO


----

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

23/12/2019