Compak – Al San Fruttuoso il titolo regionale per società. Scudetti lombardi individuali per Gabbiadini, Soldi, Caterina, Camoni, Mometti, Ferrari, Petagine e Plodari.

19 Giugno 2019

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Volata al fotofinish, per il campionato regionale estivo del Compak che domenica scorsa, presso lo Stand dei Pini del Tav Arlunese ha visto i portacolori mantovani del Tav San Fruttuoso di Castel Goffredo, cucirsi addosso l’ambito scudetto lombardo riservato alle società.

E’ stata una finale in apnea, vissuta su spiccioli di piattelli a fare la differenza e la gran voglia di giocarsi allo sprint questa volata da parte di 4 società, tutte in grado di dare la zampata vincente.

E’ stata forse la lungimiranza e l’esperienza dei tiratori del San Fruttuoso, a fare da ago della bilancia in questo forcing, che invero loro avevano già iniziato in sordina fin dal turno precedente, l’arma vincente contro le giustificate velleità del Compak Bergamo, del Campanile di Mesero e dei bresciani del Tav Valle Duppo di Lodrino.

Compito non facile, dunque, stilare la classifica a penalità dopo le cinque prove della competizione, tutte sulla distanza dei 75 piattelli, che oltre alla tappa finale di Arluno hanno visto i tiratori misurarsi ai Tav Fagnano,   Bergamo,  Mesero e San Fruttuoso.

Con 24 penalità, su 1.002 piattelli colpiti sui 1.125 lanciati, i portacolori del San Fruttuoso hanno così conquistato il titolo regionale con al secondo posto il Compak Bergamo e al terzo Mesero, entrambi con 26 penalità e lo score di 1.000/1.125 piattelli che, peraltro, è il medesimo punteggio fatto segnare, sia in penalità che in piattelli, dai quarti classificati, i campioni uscenti del Tav Valle Duppo.

In palio, anche i titoli regionali individuali, questa volta con la possibilità di scartare la prova meno performante, con il successo a denti stretti tra gli Eccellenza di Pasquale Gabbiadini (p.3 piatt. 270/300) seguito da Massimo Bignotti (p.7 Piatt. 270+1) che è stato costretto ai supplementari da campione regionale uscente Rolan Linetti (P.7 piatt. 270).

A guadagnarsi lo scudetto dei Prima categoria è stato Pierluigi Soldi (p. 5 Piatt. 268/300) che si è lasciato alle spalle un coriaceo Mauro Svanera (P.8 Piatt.265), che ricordiamo campione regionale 2018 dei Seconda categoria, e Raffaele Brusadelli con 14 penalità e 259 piattelli colpiti.

A brillare tra i Seconda categoria è stato Antonio Caterina che ha strameritato questo successo pieno con 3 penalità e 274/300 piattelli al suo attivo, con a seguire Mirko Ongaro (P. 8 Piatt. 267) ed Emanuele Cardinetti (P. 12 Piatt. 265).

Scudetto dei Terza categoria appannaggio di Stefano Camoni (p.5 Piatt. 260/300) con a seguire l’argento vinto da Francesco Rossi (P.9 Piatt.263) e il bronzo di Giuseppe Ripoldi (P. 10 Piatt. 255).

Per quanto concerne il settore delle qualifiche, bel successo del Senior (ex Veterani) Alessandro Mometti (P. 8 Piatt. 263/300) con alle sue spalle, rispettivamente, Ivan Plebani (P. 17 Piatt. 254) e Graziano Bertelli (P. 18 Piatt. 259) mentre il neo campione regionale Master è Gianmario Ferrari (P. 15 Piatt. 244/300) seguito sul podio dai fratelli Enrico (P. 28 Piatt. 235) e Giovanni Zamboni (P. 65 Piatt. 194).

Uniche due riconferme, che concedono quindi il bis regionale, sono la Lady Ana Cecilia Petagine ( P. 15 Piatt. 227/300) e il rappresentante del Settore Giovanile Matteo Plodari (P.0 Piatt. 257/300).

CALENDARIO


----

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

05/04/2019