Poker del Tav Pezzaioli nel regionale delle società. Bonate Team rivelazione. Titoli individuali a Rossi, Ferrari, Floris, Qejvanaj, Verzeroli, Binetti e Cucinotta.

27 Maggio 2019

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Per il Tav Pezzaioli fanno 4 di fila! Questo l’aggiornamento delle vittorie dopo la prova estiva del campionato regionale lombardo per società di Fossa Olimpica 2019, disputatosi domenica scorsa sulle pedane del Trap Concaverde di Lonato del Garda, con al via 462 tiratori in rappresentanza di 22 sodalizi.
In palio, oltre ai titoli regionali, anche i pass per le finali tricolore sia per società che per le categorie Eccellenza, Prima e le qualifiche Lady, Settore Giovanile e Paratrap, il tutto sulla distanza dei 75 piattelli divisi nelle classiche 3 serie da 25 lanci ciascuna.
Le annunciate avverse previsioni meteo, poi smentite dalla realtà, con solo un temporale al termine della cerimonia delle premiazioni a farsi spazio e la concomitanza di alcune gare, in particolare il Mixed Team del Settore Giovanile, con una ventina di tiratori impegnati a Manopello Scalo, hanno, loro malgrado contribuito, a non far schizzare l’asticella delle iscrizioni oltre quota 500 seppure, gli otre 460 tiratori presenti, questa spumeggiante giornata di sport e non solo, se la sono goduta davvero tutta.
Punteggi elevati hanno fatto da corollario alla kermesse caratterizzata sul testa a testa tra le formazioni, del Tav Pezzaioli e quelli varesini del Tav Belvedere di Uboldo, con g 2 soli piattelli a far la differenza (282/300 contro 280/300) dopo 50 dei 75 piattelli in programma.
Ancora quisquilie di piattelli, e relative scintille per la corsa al podio a dividere le formazioni dei i padroni di del Trap Concaverde e gli “autsider” bergamaschi di Bonate Sopra, squadra rivelazione ai quali va un plauso speciale.
Mentre i tiratori del Tav Pezzaioli allungavano il passo nella terza e ultima tornata fino a salire sul gradino più alto del podio, facendo peraltro registrare il punteggio di serie più alto in assoluto di 142/150 che, sommato ai due 141/150 iniziali, li ha portati a quota 424/450, gli esponenti di Uboldo sono riusciti a difendere l’argento, rimesso in discussione dalla apprezzata rimonta dei bergamaschi del Tav Bonate Sopra, ottimi terzi.
Quarto posto, per un solo piattello di differenza, per il Trap Concaverde, team dove gli ottimi tiratori non mancano e squadra inserita a pieno titolo nella rosa dei favoriti per il podio, così come l’Accademia Lombarda, con una prima serie sottotono a penalizzarli.
Stesso dicasi per i mantovani del San Fruttuoso di Castel Goffredo mentre, per quanto concerne i pur bravi rappresentanti bresciani del Poggio dei Castagni, dove bisognava davvero stringere i denti e puntare alla grande performance nel rush finale.
Nel “Poggio”, a interpretare questo sentimento di rivalsa non senza un pizzico di sorpresa, è stato il Terza categoria Diego Prati che, con il suo bel suo 24/25, per un totale di 69/75, si è guadagnato la promozione nella categoria superiore.
In ambito individuale, tra i Prima categoria, per stabilire le esatte posizioni del podio, si è andati ai supplementari con gli shoot-off ad eliminazione diretta al primo zero.
Protagonisti: Giovanni Inversini, Bruno Bertazzoli e Renato Ferrari, tutti e tre appaiati sul punteggio di 72/75 dopo i tempi regolamentari.
Campanello dello zero che si fa sentire subito per Inversini, che si accomoda quindi al terzo posto, mentre continuano la gara Bertazzoli e Ferrari.
Dopo lo zero per entrambi al terzo lancio, determinante per Renato Ferrari il sesto piattello, quello “graziato” da Bruno Bertazzoli, che vale comunque un bell’argento e sbriciolato invece da Renato Ferrari che coglie l’oro e il titolo regionale.
A precedere le premiazioni, il delegato della Fitav Lombardia Daniele Ghelfi, si è congratulato con tutti i partecipanti che, con il loro spirito e la voglia sportiva di confrontarsi con se stessi e con gli altri, sono riusciti a impreziosire questo magico evento, che ha peraltro coinvolto interi nuclei familiari, dando un elevato valore sociale a questo appuntamento atipico, più unico che raro.
Toccanti le parole del presidente del Trap Concaverde Ivan Carella, che ha ricordato a tutti il grande vuoto lasciato dalla scomparsa del notissimo quanto valido e molto apprezzato direttore di tiro nazionale Giovanni Gobbo, al quale i presenti hanno dedicato un applauso scrosciante quasi a dire: per noi tutti sei ancora qui! Grazie Giovanni.

Società: 1) Tav Pezzaioli 424/450; 2) Tav Belvedere-Uboldo 420; 3) Tav Bonate Sopra 418; 4) Trap Concaverde 416; 5) Tav Accademia Lombarda 411; 6) Tav San Fruttuoso 407; 8) Tav Poggio dei Castagni 405; 9) Tav Bettolino 401; 10) Tav Fagnano 397.
Eccellenza: 1) Ivan Rossi 72/75; 2) Aldo Lovazzani 67+1; 3) Stefano Mariani 67+0.
Prima categoria: 1) Ferrari Renato 72/75+6; 2) Bruno Bertazzoli 72+5; 3) Giovanni Inversini 72+0.
Lady: 1) Maria Francesca Floris 66/75; 2) Tiziana Antonioli 63; 3) Rachele Amighetti 62.
Junior: 1) Nicolas Quejvanaj 65/75; 2) Francesco Superti 62; 3) Gianluca Coati.
Paratrap
(PT-1) 1) Manuel Binetti 56/75; 2) Omar Radaelli 54; 3) Diego Bertolo 51.
(PT-2): 1) Gian Battista Verzeroli 58/75; 2) Santo Falanga 58.
(PT-3): 1) Roberto Cucinotta 57/75; 2) Giancarlo Cosio 51.

CALENDARIO


----

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

05/04/2019