Leonello Cappa Campione bresciano assoluto. A Fenaroli, Civini, Baccolo, Bonometti, Menoni, Bresciani, Ferrari e Rubini gli altri titoli in palio.

20 Maggio 2019

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
E’ il tiratore di Prima categoria di Gavardo Leonello Cappa, portacolori del Tav Top Ten, il neo campione assoluto del campionato bresciano 2019 disputatosi, domenica scorsa, sulle pedane internazionali del Trap Concaverde di Lonato del Garda.
Ad aggiudicarsi gli altri titoli in palio, sono stati l’Eccellenza Stefano Fenaroli (G.S. Carabinieri), il Prima categoria Marco Civini (Trap Pezzaioli), il Seconda categoria Silvio Baccolo (Tav San Fruttuoso) e il Terza categoria Alessandro Bonometti, esponente del Trap Pezzaioli di Montichiari.
Nel settore delle qualifiche, a conquistare i titoli in palio sono stati: il veterano Palmiro Menoni (Trap Concaverde), il Master Giuseppe Bresciani (Trap Concaverde), la Lady Adriana Rubini (G.S. Fiamme Oro) e, nel Settore Giovanile, lo junior azzurro di Provaglio di Iseo, Lorenzo Ferrari.
Un appuntamento, questo, dipanatosi sulla distanza dei 75 piattelli più la finale sui 25 lanci per i migliori 6 di ciascuna categoria e qualifica, finale che andava a sommarsi al punteggio dei tempi regolamentari, dai due volti. O, meglio forse dire, dalle due fasi, con freddo e tanta pioggia fino a metà pomeriggio e il sole, a mitigare il tutto, dalle ore 16 in avanti.
Una kermesse da sottolineare il grassetto per quanto e riuscita a regalarci in fatto di emozioni, con punteggi elevati fin dalle prime serie a suonare la sveglia e alzare, di conseguenza, l’asticella per poter entrare nel novero ristretto dei finalisti.
E’ stato proprio Leonello Cappa, classe 1959, che nel corso degli anni aveva già vinto il titolo assoluto del campionato bresciano, collezionando anche un titolo bresciano di Prima categoria, a risultare il migliore dopo le 3 serie di qualificazione con lo score di 73/75.
Alle sue spalle, i 72/75 di Marco Minini e Marco Civini, il 71/75 di Luciano Minelli, oltre ai 70/75 fatti registrare da Maurizio Belloni e da Lorenzo Ferrari.
La finale più accattivante, che ci ha lasciato con il fiato sospeso fino ai “rigori”, è stata senza dubbio quella dei Seconda categoria, grazie alle performances di Silvio Baccolo e quella dell’alfiere del Trap Pezzaioli Fabio Fantoni.
Quest’ultimo, infatti, nel rush finale è riuscito a recuperare il gap di un piattello che lo divideva da Silvio Baccolo, pareggiando così i conti (91/100) in “zona cesarini”.
D’obbligo quindi, a seguire, lo shoot-off, ovvero lo spareggio ad eliminazione diretta al primo zero, dove ad avere la meglio, con un +2, è stato Silvio Baccolo.
Bello, inoltre, il gesto dell’azzurro iseano Lorenzo Ferrari che, al termine delle premiazioni, ha voluto donare la targa d’argento, simbolo del primato, a Manuel Beatini che, oltre ad essere stato il più giovane tiratore in gara con i suoi 12 anni appena compiuti, ha disputato una gara a dir poco maiuscola per la sua età (88/100), classificandosi al secondo posto, giusto alle spalle del super Ferrari.

CLASSIFICHE

Campione Assoluto: Leonello Cappa 97/100;
Eccellenza: 1) Stefano Fenaroli 91/100; 2) Vittorio Taiola 90.
Prima categoria: 1) Marco Civini 96/100; 2) Luciano Minelli 95; 3) Marco Minini 95.
Seconda categoria; 1) Silvio Baccolo 91/100+2; 2) Fabio Fantoni 91+1; 3) Ivano Mor 89.
Terza categoria: 1) Alessandro Bonometti 90/100; 2) Paolo Civettini 89; 3) Angelo Ferrari 87.
Veterani: 1) Palmiro Menoni 88/100; 2) Giacomo Galesi 83; 3) Alessandro Bugatti 81.
Master: 1) Giuseppe Bresciani 89/100; 2) Ernesto Bini Chiesa 84; 3) Federico Rosa 83.
Lady: 1) Adriana Rubini 76/100; 2) Lorena Bertuzzi 61.
Settore Giovanile: 1) Ferrari Lorenzo 95/100; 2) Beatini Manuel 88; 3) Francesco Tanfoglio 87.

CALENDARIO


----

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

05/04/2019