Fossa Olimpica – I gavardesi del Poggio dei Castagni vice campioni italiani invernali a Castelfidardo.

11 marzo 2019

Clicca qui per stampare.. Clicca qui per stampare..
Da un lato la grande amarezza di aver lasciato per strada un titolo tricolore per quel solito maledetto piattello che in una gara di tiro a volo, spesso e volentieri fa la differenza, da un’altra la soddisfazione, tutta sportiva, di risultare comunque la seconda miglior società di terza e quarta categoria d’Italia.
Uno scudetto, quello accarezzato fino alle ultimissime battute dalla formazione del sodalizio bresciano di Vobarno del Poggio dei Castagni, presieduto da Loretta Zani, che avrebbe fatto il paio con quello “mitico” vinto, al Concaverde, nel 2010.
Così non è stato per un nonnulla, seppure va dato atto ai vincitori, i partenopei del Tav La Torretta di Pagani (Salerno), di averci creduto fino alla fine, facendo registrare, proprio nell’ultima serie, il miglio risultato parziale in assoluto.
Sono tosti questi salernitani e lo sapevamo fin dallo scorso anno quando, al Concaverde, si resero protagonisti di un recupero mozzafiato che li portò a vincere il tricolore, questa volta quello estivo, delle società di Terza e Quarta categoria.
Tutte cose, queste, che danno ancor più lustro al secondo posto conquistato dai portacolori del Poggio dei Castagni, con anche qualche “stelletta” in più da appuntarsi sul petto.
Miglior tiratore in assoluto della manifestazione tricolore, è risultato infatti l’esponente più atteso del “Poggio”, il tiratore bresciano di Trenzano di Prima categoria Dario Premoli, con un più che eloquente 73/75 (23;25;25), stesso score di Michael Caregnato del Tav Zugliano (24;24;25) ma dietro Premoli per la differenza zeri della penultima serie.
Oltre a Dario Premoli, a trascinare la formazione del “Poggio” verso questo comunque sempre ambito traguardo, anche l’ottima performance del Prima categoria Nicola Minini 72/75 (24;25;23) che, in classifica generale, si è piazzato al terzo posto assoluto. A completare la squadra disposta in pedana dal Poggio dei Castagni troviamo, sempre tra i Prima categoria, Marco Minini (66/75), per poi passare ai Seconda categoria Ferruccio Ghidoni (70/75), Roberto Cavagnoli (68/75) e Giovanni Ferrari con 60/75.
Per il terzo gradino del podio, la parità sul punteggio di 403/450 dei Tav La Contea e Zugliano, li ha costretti a disputare una serie supplementare che ha visto conquistare il bronzo i temutissimi siciliani del Tav La Contea, argento al Concaverde nell’estivo 2018 davanti al Bettolino di Trenzano, con un + 132/150.

Classifiche
1) Tav La Torretta (Sebastiano Federico, Michele Langellotti, Raffaele Scala, Luigi Ferraro, Antonio Mellone, Giovanni Morra) 410/450;
2) Tav Poggio dei Castagni (Dario Premoli, Nicola Minini, Ferruccio Ghidoni, Roberto Cavagnoli, Marco Minini, Giovanni Ferrari) 409/450;
3) Tav La Contea (Paolo Putano, Francesco Mozzicato, Adriano Avveduto, Daniele Castiglia, Paolo Ciantia, Francesco Prestifilippo) 403/450+132/150.

RIUNIONE SOCIETA’ DOMENICA 26 MAGGIO – LONATO

SI COMUNICA CHE DOMENICA 26 MAGGIO PRESSO LA SALA "BERETTA" DEL TRAP CONCAVERDE DI LONATO ALLE ORE 11 SI TERRA' UNA RIUNIONE PER MODIFICHE CAMPIONATO INVERNALE 2010. INVITIAMO LE SOCIETA' INTERESSATE HA PARTECIPARE

CALENDARIO


----

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

05/04/2019