Ezio Gelpi vince il trofeo “Franco Bornaghi”

12 settembre 2011

Spiccato accento bergamasco per il Trofeo “Cesare Bornaghi” grande gara alla Fossa Olimpica disputatasi domenica 11 settembre sulle pedane del Concaverde di Lonato del Garda che, su un lotto di 350 tiratori, ha visto salire sul gradino più alto il tiratore di Seriate Ezio Gelpi.

A vincere la coppa “Cesare Bornaghi”, dopo i 75 piattelli dei tempi regolamentari, è stato invece il nazionale irlandese Derek Burnett.

In mattinata, a guidare la classifica provvisoria si era portato il nazionale sloveno Matej Znidercic con il punteggio di 72/75, ma già nel primo pomeriggio la sua leaderschip aveva cominciato a traballare con altrettanti 72/75 siglati da Paolo Cavallari e Carlo Zavattaro per poi crollare definitivamente dopo la terza serie senza errori di Derek Burnett (25;23;25) che si portava così a condurre con lo score di 73/75.

A emulare il risultato dell’irlandese per la corsa verso la conquista della coppa “Cesare Bornaghi”, proprio nelle battute conclusive, è stato Antonino Sulfaro (24;25;24), tiratore di Darfo Boario Chiese (BS) che difende i colori del Tav Lovere che però, in virtù dell’ultima miglior serie, si è dovuto “accontentare” del secondo posto, seguito in classifica generale, con 72/75, da Paolo Cavallari.

Tempo di barrage sui 25 lanci riservato ai tiratori fedeli al marchio della nota azienda di cartucce bergamasca di Treviglio, questa volta con in palio il trofeo “Franco Bornaghi” giunto alla terza edizione.

In pedana, i migliori 2 tiratori delle categorie Eccellenza, Prima, Seconda e terza oltre al miglior risultato delle qualifiche Junior, Lady, Veterani e Master.

Occhi puntati sull’ex azzurro dal glorioso passato Marco Venturini, al momento il più gettonato unitamente a Burnett. Quest’ultimo, però, deludeva tutti fin dal primo lancio con uno zero inaspettato.

In questo primo sestetto, oltre a Venturini e Burnett, ad aver accesso al barrage finale sono stati anche Giuseppe Leonetti, Paolo Cavallari, Antonino Sulfaro e Carlo Zavattaro.

Nella pedana attigua, a lottare per un posto al sole, sono stati Davide Barbieri, Renato Zocca, Ezio Gelpi, Nicolò Sabatti e Angelo Baratti. Assente la campionessa Cristina Bocca, prima delle Lady con 71/75.

Applausi a scena aperta per Gelpi che realizza un 25/25 proprio mentre sulla pedana accanto Venturini (ecco il colpo di scena che non ti aspetti) aveva appena sbagliato l’ultimo piattello consegnando così, senza ulteriori patemi una volta scongiurato lo spauracchio degli spareggi, il trofeo “Franco Bornaghi” nelle mani del bravo Ezio Gelpi che, invero, questo successo lo ha davvero meritato.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017