A Diego Puccio la maratona di ferragosto

16 agosto 2011

Grande Maratona di Ferragosto” davvero degna di questo nome, al Concaverde di Lonato del Garda (BS), con un autentico tour de force per gli oltre 180 tiratori in gara che si sono misurati sulla distanza di ben 150 piattelli a scorrere.

Onore al merito per il vincitore varesino di Origgio Diego Puccio, che difende i colori del Tav Belvedere, capace di stupire tutti con un rusch finale senza macchia ed uno score di 145/150 al termine della calda kermesse, che gli ha permesso di scalzare dalla vetta della classifica il carabiniere Davide Folesani, che fin dalla tarda mattinata era passato a condurre.

Oltre a Puccio, che ricordiamo 5 volte Campione italiano di Fossa Universale, specialità dove vanta anche un oro europeo a squadre, oltre a un altro recentissimo oro tra i Prima categoria al Grand Prix d’Italie di Fossa Universale,  nomi di assoluto rilievo hanno partecipato all’ormai classico appuntamento ferragostano del Concaverde.

I primi sussulti di rilievo nella fase 1, ovvero quella della mattina, con Davide Folesani, il vincitore della “Gold Cup Beretta” Roberto Casale e l’alfiere di Eccellenza del Poggio dei Castagni Roberto Cavagnoli a scandire il ritmo.

Il 143/150 di Folesani ha resistito agli assalti fino agli ultimi 2 lanci della tornata pomeridiana, con la performance di un Puccio scatenato quanto preciso fin dalla prima delle 6 serie da 25 piattelli ciascuna in programma.

Dopo i tre 25/25 in rapida successione, Puccio ha avuto un leggero calo nelle 2 serie a seguire (23/25 e 22/25) che, giusto per un attimo, hanno ridato fiato alle speranze di successo sia di Folesani che di Cavagnoli.

Tutti incollati ai monitor della reception del Concaverde per vivere in tempo reale l’ultima serie di Diego Puccio che non ha concesso sconti con quel perfetto 25/25 che lo ha portato, con gran merito, sul gradino più alto del podio.

Per la cronaca, oltre a tanti tiratori di vaglia provenienti da tutta la Lombardia e non solo, da segnalare la presenza dei nazionali sloveni Matej Znidericic e Ivo Kompan che, soprattutto nelle serie centrali, hanno sbagliato più del dovuto.

A parziale giustificazione per Roberto Cavagnoli, l’abbondante acquazzone abbattutosi nelle prime ore del mattino che ne ha condizionato in parte il rendimento nella prima serie con un22/25 che, nell’andare della gara, ha pesato come un macigno.

Classifica “Grande Maratona di Ferragosto”: 1) Diego Puccio 145/150; 2) Davide Folesani 143; 3) Roberto Casale 141; 4) Roberto Cavagnoli 141; 5) Vittorio Taiola 139.

CALENDARIO GARE 2017


aggiornato 04/04/2017

rivista

Facebook

SITO AGGIORNATO

04/04/2017